Diego Trabucchi

Com'era la vita prima di iniziare a correre? Non lo ricordo neanche! So com'era prima dei figli, prima del matrimonio, prima della laurea e di altri eventi che hanno scandito la mia vita; non c'è un meglio e un peggio, accetto positivamente tutte le evoluzioni senza rimpianti, tuttavia ho ben presente le differenze. 
Con la corsa no. Mi pare talmente naturale avere il desiderio di far andare le gambe, annusare gli odori del bosco, pianificare la prossima uscita in montagna, per quanto queste siano diradate dagli impegni familiari e lavorativi.

Nella vita reale per il 5% corro, prevalentemente intorno e sopra alla vertiginosa Montagnetta di San Siro (più aulicamente il Monte Stella di Milano), per il restante 95% faccio il papà di tre bimbi e cerco di capire cosa ci fa un ingegnere elettrico in un'azienda di integratori alimentari sportivi.

Ogni tanto penso che non sarebbe male vivere in una casetta al margine del bosco, invece che in un palazzone al margine di Milano.