SPIRITO TRAIL • corsa naturale e drop

SPIRITO TRAIL

Trail Running Forum

corsa naturale e drop

Preparazione, alimentazione, gestione gara

Moderatore: NoTrail

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda nelson15 » 12/03/2017, 9:22

Io faccio due sessioni di 40 min a settimana di esercizi e devo dire che li trovo utili per rafforzare schiena e addominali. Correndo certo fai un buon lavoro ma con carichi distribuiti maggiormente su gambe. Fai una compensazione diciamo. Poi gli esercizi per rafforzare i piedi e allungamento muscolare per la mia personale esperienza mi servono per eliminare i dolorini da affaticamento post corsa.
nelson15
 
Messaggi: 39
Iscritto il: 03/11/2015, 6:42
Località: Padova

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda mircuz » 13/03/2017, 10:32

Happy, anche nel tuo intervento hai trattato temi al di fuori del titolo della discussione, salvo poi fare un richiamo banale nell'ultima frase...come al solito le regole valgono per gli altri ma non per te, mi pare. Senza alcun intento polemico e con un sorriso.
Detto questo, gli esercizi per il core e simili, andrebbero fatti nel periodo precedente lo spararsi 100 km di corsa alla settimana, secondo il mio punto di vista! In tutti gli sport, dallo sci, alla F1, al tennis ecc... è prevista una formazione in palestra di esercizi propedeutici allo sport che si va a praticare. Se non servono a niente chiedetelo a chi pratica sport ad alto livello!
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 938
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda martin » 13/03/2017, 12:47

Il motivo per cui ho postato questi link è stato per contro battere l'affermazione che "Molti dicono: che sono esercizi che migliorano qua' migliorano la' evitano infortuni qua e la'... e chi lo dice? Hanno delle prove? No, quasi sempre si basano su ridotte esperienze dirette e su deduzioni prive di un numero di dati ampio e se c'è, è ovviamente raccolto in modo molto poco sistematico."

Il primo studio è un meta-analisi del utilità dei esercizi di propriocezione. Funziona o non funziona nel migliorare l'abilità motoria e sensoria. Perché se non funzionano allora ha ragione Happy. Invece dico che si funzionano.
Gli altri articoli o studi fanno vedere che c'è una correlazione fra esercizi di propriocezione e/o core e il performance sportivo.

Sono quelli che ho raccolto in 10' scarsi di ricerca quindi deduco che ci sono molti altri disponibili.

Come ha detto mircuz se tutti questi atleti di elite, spesso seguiti da equipe medici, usano esercizi di propriocezione e rafforzamento per il core qualche motivo ci sarà.

Poi sulla corsa naturale e drop basso non ho molto opinione. C'è chi si trova molto bene, chi meno. Penso che ognuno ha un suo modo di correre dettato dalla proprio anatomia, storia e struttura. Andare a cambiare per trovare quel modo "giusto" da correre, c'è un grande rischio di creare altri problemi.
Avatar utente
martin
 
Messaggi: 1668
Iscritto il: 03/10/2012, 7:27

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda andard » 13/03/2017, 14:23

Dal basso della mia esperienza, nel senso che è da pochi anni che corro, secondo me, rinforzare il core, i piedi e fare qualche peso, sono aspetti che hanno grande importanza, specialmente per chi ha dei problemi fisici, magari nascosti, già presenti prima di iniziare a correre.
Se una persona vorrebbe iniziare a correre in modo serio, penso che dovrebbe prima, o nel frattempo che si corre, fare del bodybilding, come amo definirlo, cioè adattare e costruire il corpo in funzione di correre, però per farlo è utile allenare tutto, visto che praticamente durante la corsa e specialmente il trail, il tutto il corpo è impegnato.
Io ad esempio avevo piedi atrofizzati (pianta stretta e dita ravvicinate) e caviglie mal messe (dovute al basket) ed infatti prendevo storte e distorsioni molto frequentemente, ora che il piede è diventato più forte insieme alle caviglie va tutto decisamente meglio.
Se una persona arriva ad avere dei piedi efficienti poi non è obbligato ad usare sempre scarpe minimaliste. L'importante è avere il piede efficiente, poi a seconda del tipo di uscita si sceglierà la scarpa che più si adatta.
Avatar utente
andard
 
Messaggi: 398
Iscritto il: 16/09/2014, 20:03
Località: lago maggiore

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda IAmOnlyHappyWhenIFk » 17/03/2017, 15:04

andard ha scritto:Dal basso della mia esperienza, nel senso che è da pochi anni che corro, secondo me, rinforzare il core, i piedi e fare qualche peso, sono aspetti che hanno grande importanza, specialmente per chi ha dei problemi fisici, magari nascosti, già presenti prima di iniziare a correre.
Se una persona vorrebbe iniziare a correre in modo serio, penso che dovrebbe prima, o nel frattempo che si corre, fare del bodybilding, come amo definirlo, cioè adattare e costruire il corpo in funzione di correre, però per farlo è utile allenare tutto, visto che praticamente durante la corsa e specialmente il trail, il tutto il corpo è impegnato.
Io ad esempio avevo piedi atrofizzati (pianta stretta e dita ravvicinate) e caviglie mal messe (dovute al basket) ed infatti prendevo storte e distorsioni molto frequentemente, ora che il piede è diventato più forte insieme alle caviglie va tutto decisamente meglio.
Se una persona arriva ad avere dei piedi efficienti poi non è obbligato ad usare sempre scarpe minimaliste. L'importante è avere il piede efficiente, poi a seconda del tipo di uscita si sceglierà la scarpa che più si adatta.

La penso come te, se ci sono punti deboli o problemi noti, è giusto rafforzare e allenare la parte debole.
Avatar utente
IAmOnlyHappyWhenIFk
 
Messaggi: 551
Iscritto il: 05/09/2014, 9:23

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda IAmOnlyHappyWhenIFk » 17/03/2017, 15:14

martin ha scritto:Il motivo per cui ho postato questi link è stato per contro battere l'affermazione che "Molti dicono: che sono esercizi che migliorano qua' migliorano la' evitano infortuni qua e la'... e chi lo dice? Hanno delle prove? No, quasi sempre si basano su ridotte esperienze dirette e su deduzioni prive di un numero di dati ampio e se c'è, è ovviamente raccolto in modo molto poco sistematico."

Il primo studio è un meta-analisi del utilità dei esercizi di propriocezione. Funziona o non funziona nel migliorare l'abilità motoria e sensoria. Perché se non funzionano allora ha ragione Happy. Invece dico che si funzionano.
Gli altri articoli o studi fanno vedere che c'è una correlazione fra esercizi di propriocezione e/o core e il performance sportivo.

Sono quelli che ho raccolto in 10' scarsi di ricerca quindi deduco che ci sono molti altri disponibili.

Come ha detto mircuz se tutti questi atleti di elite, spesso seguiti da equipe medici, usano esercizi di propriocezione e rafforzamento per il core qualche motivo ci sarà.

Poi sulla corsa naturale e drop basso non ho molto opinione. C'è chi si trova molto bene, chi meno. Penso che ognuno ha un suo modo di correre dettato dalla proprio anatomia, storia e struttura. Andare a cambiare per trovare quel modo "giusto" da correre, c'è un grande rischio di creare altri problemi.


Ok, peccato però che il primo articolo che hai linkato negli obbiettivi c'è scritto:
That training of the proprioceptive sense is a viable behavioral therapy for improving impaired motor function.

Che mi pare una situazione completamente differente da quella che stiamo affrontando.

Ma non è mica finita qui!, Io poi ho anche fatto un'affermazione che tu volutamente hai bellamente fatto finta di non leggere:
Propriocezione? Ma vi allenate a fare discese anche tecniche e anche veloci? Spero di sì, e allora cosa vuoi propriocezionare? Sei già propriocezionato molto meglio di quello che puoi ottenere in palestra o stanza di casa.
Avatar utente
IAmOnlyHappyWhenIFk
 
Messaggi: 551
Iscritto il: 05/09/2014, 9:23

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda IAmOnlyHappyWhenIFk » 17/03/2017, 15:15

mircuz ha scritto:Happy, anche nel tuo intervento hai trattato temi al di fuori del titolo della discussione, salvo poi fare un richiamo banale nell'ultima frase...come al solito le regole valgono per gli altri ma non per te, mi pare. Senza alcun intento polemico e con un sorriso.
Detto questo, gli esercizi per il core e simili, andrebbero fatti nel periodo precedente lo spararsi 100 km di corsa alla settimana, secondo il mio punto di vista! In tutti gli sport, dallo sci, alla F1, al tennis ecc... è prevista una formazione in palestra di esercizi propedeutici allo sport che si va a praticare. Se non servono a niente chiedetelo a chi pratica sport ad alto livello!

Nonononononono, hai capito male, io intendevo dire che il primo link si riferiva a patologie e terapie e non ad allenamento per gare. Io lo ammetto ero palesemente OT.
Avatar utente
IAmOnlyHappyWhenIFk
 
Messaggi: 551
Iscritto il: 05/09/2014, 9:23

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda andard » 17/03/2017, 16:50

per farla breve quello che intendevo io e penso che sia il pensiero degli altre persone intervenute è se vuoi arrivare a certi livelli bisogna fare anche sessioni di allenamenti con esercizi che siano funzionali al trail. Allenamento per la forza, per l'equilibrio ecc, che interessino anche il core e tutto il resto del corpo. Per andare bene negli ultra, limitando gli infortuni non basta uscire a correre e basta, ma bisogna curare anche tutta una serie di altri fattori
Avatar utente
andard
 
Messaggi: 398
Iscritto il: 16/09/2014, 20:03
Località: lago maggiore

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda IAmOnlyHappyWhenIFk » 17/03/2017, 18:05

Mah, io la penso diversamente.

Intanto nel trail ci sono molti fattori sia nell'allenamento sia nell'alimentazione, gestione del riposo, cercare di ridurre gli infortuni, gestione delle motivazioni, ecc ecc cercare di padroneggiarli tutti e ben per me è un'impresa estremamente ardua, a meno che essere dei daquandisti, i quali attribuiscono causalità a tutto spiano senz aun minimo metodo :lol: ...

Poi, io credo che si deva partire sempre dalla ripetizione del gesto atletico che si fa in gara, ovviamente con i dovuti ragionamenti e cautele e adattamenti.

Concludendo: Stai bene? Non stai uscendo da infortuni? Non hai dei punti deboli noti? A allora cosa vai a fare pedane vibranti o altre cose di cui non c'è evidenza scientifica e altre cose lontanissime dal reale gesto atletico? Fai delle belle discese tecniche veloci che ti alleni molto meglio e ti diverti pure. Nessuna pedana ti allenerà a delle discese tipo skyrace! Devi proprio farle, altrimenti fai dei bei ruzzoloni :lol:
Avatar utente
IAmOnlyHappyWhenIFk
 
Messaggi: 551
Iscritto il: 05/09/2014, 9:23

Re: corsa naturale e drop

Messaggioda mircuz » 20/03/2017, 10:18

Cerchiamo di usare un po' del vecchio buon senso. E' ovvio che non è sufficiente fare SOLO esercizi a secco di equilibrio o rafforzamento degli addominali ecc...ma questi sono un'integrazione da fare quando non si può uscire o non si ha tempo per fare altro. Ed è certamente utile che gli esercizi in questione si avvicinino quanto più possibile al movimento che andremo a svolgere poi sul campo. Però magari se speri di allenare il core solo correndo ti ritrovi prima con la schiena a pezzi!
Per quanto riguarda le discese, si allenano fino ad un certo punto, ma se non sei portato non c'è niente da fare!
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 938
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Torna a Allenamento

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti