Quello che abbiamo appena vissuto è stato uno dei fine settimana più intensi di questo fittissimo calendario 2017, con una serie di trail di media distanza (Orna, Tuscany, Collio, Duerocche...) distribuiti da est a ovest e da nor al centro Italia, naturalmente, solo per citare i principali e senza dimenticare il Val Bregaglia Trail (prova di selezione per i prossimi mondiali di trail), di cui abbiamo già trattato, e gli impegni internazionali come il Madeira Island Ultra Trail (prova UTWT) che ha visto impegnata una folta e qualificata compagine di italiani.

Di seguito un piccolo resoconto di quel che è successo...

 

 

ORNA TRAIL  Sui percorsi della “Linea Cadorna”

L’Ornatrail è giunto ormai alla quarta edizione e quest’anno ha fatto “sold out” con 500 iscritti.
La gara che parte ed arriva a Ornovasso (Vb). Due i percorsi previsti, 33 km e 2300 m D+ e 17 km e 1200 m D+. Bella la location del “Lago delle Rose” e altrettanto bello il percorso che percorreva caratteristiche mulattiere e sentieri molto curati. Senza dimenticare i tratti percorsi sulla “Linea Cadorna” un sistema di fortificazioni militari costruito durante la prima guerra mondiale per difendere il confine dell'Italia da un possibile attacco attraverso la Svizzera. 

Nella 34 km sin da primi metri il ventiseienne Riccardo Borgialli è andato al comando, sull’ultima salita è stato raggiunto dal bergamasco Clemente Belinghieri, ma nel tratto pianeggiante è riuscito a far prevalere la sua velocità e chiudere in 3h16’09”, a soli 39” è giunto Belinghieri, mentre sul terzo gradino del podio è salito un altro giovane, Stefano Radaelli (3h23’25”). In campo femminile ennesima vittoria per Emanuela Brizio che chiude in 3h53’49”, davanti a Scilla Tonetti (4h03’17”) e Giulia Torresi.
Nella 17 km vittoria per Paolo Poli e Michela Piana.

http://trailive.wedosport.net/classifica.asp
http://www.ornatrail.it/

ricky 

 

TUSCANY CROSSING – 100 KM DELLA VALDORCIA

Sabato 22 aprile le strade bianche e i sentieri della Val d’Orcia sono stati protagonisti del Tuscany Crossing.
Il percorso con partenza e arrivo a Castiglione d’Orcia, prevedeva il passaggio nei bellissimi borghi di Pienza, Montalcino per poi raggiungere la Rocca e il meritato traguardo.
Nella 103 km e 3200 m D+ la vittoria è andata al bergamasco, nazionale di trail, Carlo Salvetti, dominatore assoluto della prove, che ha chiuso in 9h0’44”. Al secondo posto il transalpino Franck Manivoz che ha concluso le sue fatiche in 10h14’48”, mentre Daniele Donna ha occupato l’ultimo gradino del podio (10h17’01”). Nel settore femminile ancora una vittoria, la terza per lei, per Simona Morbelli con il tempo di 10h49’26” che le ha permesso di chiudere sesta assoluta. Completavano il podio Elisabetta Lenotti (11h50’19”) e Lara La Pera (12h30’19”).
Sulla distanza di 53 km e 2010 m D+, vittoria per un altro bergamasco, Thomas Capponi (4h41’52”), che ha preceduto lo svizzero Cristophe Niederhauser e il brasiliano Cesar Henrique Goldner Picinin.
Vittoria per la francese Stephanie Manivoz in campo femminile, che ha preceduto Michela Urh e maria Elisabetta Lastri.

https://www.endu.net/events/tuscany-crossing-100-km-della-valdorcia-2#/results

 

morbelli tuscany 2

 

ECOMARATONA DEL COLLIO

Domenica 23 aprile a Cormons, in provincia di Gorizia, si è svolta l’ Ecomaratona del Collio Brda, un'occasione unica per ammirare i sentieri di confine tra Italia e Slovenia. Gli organizzatori dell’ A.S.D. Maratona delle Città del Vino possono essere soddisfatti del successo ottenuto, 670 iscritti tra Ecomaratona e Trail, 1867 iscritti alla 5a Camminata nel Collio.

I percorsi competitivi, prevedevano rispettivamente 44,6 km e 1395 m D+ la gara più lunga, e 24,4 km e 780 m D+ la corta.
Nell’Ecomaratona vittoria per il lombardo Marco Menegardi in 3h19’24”, recente vincitore dell’Ultrabericus e campione italiano 100 km su strada. Menegardi ha tagliato il traguardo mano nella mano con Ivan Cudin, vincendo il titolo di campione italiano IUTA di Ecomaratona. Sul terzo gradino del podio è salito Paolo Massarenti (3h24’16”).
In campo femminile vittoria per Catena Pizzino, che ha chiuso in 4h20’44”, davanti a Asia Noacco (4h26’52”) e Valentina Vianello (4h26’54”).

Nel Trail di 24 km si è imposto Stefano Scaini (1h44’47”)che ha vestito più volte la maglia della nazionale, al secondo posto di Nicola Giovanelli, seguito da Nicola Giacomin.
In campo femminile, la prima ad arrivare in piazza a Cormons, è stata Serena Kuhar (2h19’41”) che ha preceduto Tiziana Casali e Margherita Fraternali.


http://www.colliobrdatrail.it/

Risultati: http://www.tds-live.com/ns/index.jsp?login=&password=&is_domenica=-1&nextRaceId=&dpbib=&dpcat=&dpsex=&serviziol=&pageType=1&id=8913&servizio=000&locale=1040

COLLIO 

DUEROCCHE

La 46a edizione del classico appuntamento del 25 aprile a Cornuda (Tv) ha visto confermati i cinque percorsi: i trail da 48 e 21 km, i percorsi più brevi da 6 e 12 km e il nordic walking da 14 km con numero chiuso a seimila partecipanti per garantire la miglior qualità organizzativa.

A laurearsi campione Italiano IUTA di Ultratrail Corto è stato l’emiliano Matteo Pigoni che ha concluso la sua fatica in 4h02’39”, precedendo il nostro Francesco Rigodanza (4h11’26”), Spirito Trail Team e Roberto Mastrotto (4h12’29”).

Francesca Pretto ha dominato la gara femminile con il tempo di 4h51’08”, ha preceduto Tina Sbrissa (5h19’01”) e Elisabetta Mazzocco (5h35’35”).
Nella 21 km la vittoria è andata a Giorgio Dell’Osta Uzzel (1h41’06”), che ha preceduto di poco più di un minuto Marco Dalle Molle e una leggenda della corsa in montagna, Lucio Fregona. Tra le donne si è imposta Meryl Pradel (2h08’26”) davanti a Nada De Francesch e Jessica Tieni.

http://www.duerocche.com/

http://www.tds-live.com/ns/index.jsp?login=&password=&is_domenica=-1&nextRaceId=&dpbib=&dpcat=&dpsex=&serviziol=&pageType=1&id=8661&servizio=000&locale=1040

rigo2