a cura della Redazione

Il week end passato ci ha regalato tanti appuntamenti interessanti, che hanno coinvolto il Trentino, il Veneto, il Piemonte e  l’Emilia... Vediamo come sono andate alcune di queste bellissime gare.

 

100 2

100 E LODE

100 e Lode è una corsa che si svolge in provincia di Vicenza tra Villaverla, luogo di partenza e arrivo, e le Piccole Dolomiti, lungo un percorso che gli organizzatori hanno definito con un pizzico di ironia: "viaggio dalla pianura alla colline dalle colline alla montagna e ritorno in soli 100 km". Si tratta infatti di ben 100 km e 4000 metri di dislivello positivo, una prova quindi tutt'altro che semplice, ma in effetti molto gratificante per la varietà dei paesaggi attraversati e per quella particolare esperienza che regala, una sorta di viaggio all'indietro nel tempo.
Questa nona edizione è stata quella del rilancio in vista dell'ormai prossimo decimo anniversario al quale vorrà presentarsi non solo in splendida forma, ma anche in grado di collocarsi al livello delle importanti manifestazioni di ultratrail in Italia e in Europa. Ma veniamo alla cronaca: uno straordinario Roberto Mastrotto si è presentato al via decisamente agguerrito, partito con un ritmo che sembrava esagerato si temeva non sarebbe riuscito a tenerlo fino alla fine. Le migliori previsioni cronometriche di circa 10 ore sono state nettamente disattese e polverizzate perché l'atleta vicentino di Arzignano ha tagliato il traguardo col tempo record di 9h35’45”. I primi inseguitori, Luca Ambrosini, Davide Grazielli e Luca Moro hanno varcato insieme la finish line mano nella mano in 10h29’54”, con un bellissimo gesto sportivo che ha emozionato i presenti. 
Al femminile la gara ha visto Federica Boifava al ritorno nelle competizioni di trail dopo un periodo di pausa, primeggiare per circa 80 km, essere poi raggiunta e superata da Federica Menti che ha tagliato il traguardo in 12h34’24”, seguita da Federica Boifava (13h10’54”) e Maria Ilaria Fossati, plurivincitrice della gara (13h58’10”). A completare la giornata sportiva di sabato il programma ha visto andare in scena anche una competizione sulla distanza ridotta di 50 km con le vittorie di Filippo Dal Maso e Dania Bernardi, e una corsa non competitiva FIASP sulla stessa distanza.
http://trailive.wedosport.net/index.asp?evt=44493
https://www.100elode.it/

 

garda trentino

GARDA TRENTINO TRAIL

Quest’anno inversione del percorso, terreno scivoloso e neve in quota (1780 m la Cima Coppi) hanno caratterizzato la gara trentina. Al via ben 663 atleti su 3 distanze. Nella gara regina, 60 km e 3500 m D+ con partenza ad Arco e arrivo a Riva del Garda, la vittoria è andata al tedesco Stephan Hugenschmidt (già vincitore di Zugspitz Ultratrail, Swiss Iron Trail e decimo agli ultimi mondiali. Protagonista sin dai primi metri, ha chiuso la sua fatica in 5h57’47”, precedendo Enzo Romeri (6h18’35”) e Alexander Rabensteiner (6h32’47”). Tra le donne si è imposta Maria Zoeschg in 8h11’26”, ma con soli 26” di vantaggio su Annnemarie Gross che è letteralmente volata nell’ultima parte di gara, sul terzo gradino del podio Elisabetta Lenotti (8h14’20”). Nella Tenno Trail Marathon, 42 km e 2400 m D+, vittoria per Luca Varisco, davanti a Igor Merli e Fabio Brugnara. In campo femminile, vittoria per la tedesca Gitti Schiebel (5h35’37”) che ha preceduto Irene Zamboni e Ivonne Scrinzi. Nella Ledro Trail Experience, 28 km 1000 m D+, le vittorie sono andate a Thomas e Francesca Pretto.
http://trailive.wedosport.net/index.asp?evt=43874
http://www.gardatrentinotrail.it/

 

motty

 

TRAIL DEL MOTTY

Domenica 7 maggio, settima edizione per il Trail del Motty ad Armeno (No), organizzato dal trailer Max Valsesia. Ogni anno il percorso viene cambiato ma rimane a cavallo tra il Lago Maggiore e il lago d’Orta con passaggio in vetta al Mottarone (1490 m), e spettacolari viste sui laghi e sul Monte Rosa, quest’anno l’edizione più dura con una salita bella “secca” e una discesa tecnica. Solo 38 km ma ben 2500 m D+ per la gara lunga, dominata da Giulio Ornati che è riuscito a stare ben al di sotto delle 4 ore, chiudendo in 3h50’44”, al secondo posto Stefano Trisconi (4h’00’42”) che ha preceduto Stefano Radaelli (4h02’12”), Michael Dola e Diego Vuillermoz. Tra le donne la vittoria è andata a Maria Giovanna Cerutti (5h05’25”) che è riuscita a precedere Cecilia Pedroni (5h14’30”) e Marta Poretti (5h16’51”), Nel “Motty..no”, su un percorso di 18 km e 1000 m D+, vittoria per Mauro Stoppini (1h23’27”)e Michela Piana (1h45’00”). Record di presenze con ben 921 arrivati in totale.
http://trailive.wedosport.net/index.asp?evt=43635 
http://www.traildelmotty.it/

 

amorottotrail

 

AMOROTTO TRAIL

A Carpineti sull’Appennino Reggiano, domenica 7 maggio ha avuto luogo l’Amorotto Trail, gara che ha preso il nome dal brigante Domenico Amorotto che è stato uno dei più noti banditi del XVI secolo e che percorreva quei sentieri. Quest’edizione è stata caratterizzata da un meteo non proprio ideale, con terreni impegnativi e guadi, ma queste difficoltà non hanno impedito a Giulio Piana di battere il record del percorso di 68 km e 3200 m D+. Il modenese si è imposto nel favoloso tempo di 7h19’19”, precedendo Claudio Chiarini (7h50’09”) e Matteo Maselli (8h36’18”). In campo femminile bella gara per Katia Fori che ha chiuso sesta assoluta in 8h48’54”, davanti a Federica Zini e Francesca Fanizza.
Sui 48 km e 2200 m D+ del Monte Valestra Trail ha tagliato per primo il traguardo Simone Corsini in 4h58’48” che ha preceduto Federico Celeghini e Lorenzo Villa. Tra le donne vittoria per la svedese Jennifer Asp (5h15’45”) davanti a Laura Vergnanini e Patrizia Albertini. Il programma era completato da un trail di 20 km e 1000 m D+, uno Short Trail e da un mini vertical.

http://www.tds-live.com/ns/index.jsp?login=&password=&is_domenica=-1&nextRaceId=&dpbib=&dpcat=&dpsex=&serviziol=&pageType=1&id=8737&servizio=000&locale=1040
http://www.amorottotrail.it/