Con Halloween alle porte si è corso un altro fine settimana di gare con clima mite. Di seguito i principali eventi con i relativi risultati e i link alle classifiche ufficiali.

 

jevelina

JAVELINA JUNDRED

Penultima tappa dell’Ultra Trail World Tour, Javelina Jundred 100 è la bella gara organizzata da Aravaipa Runners nel deserto dell’Arizona.

Cinque giri di un loop di 20 miglia ed atmosfera di party non stop con runners mascherati ed aid station a tema. C’era grande attesa per il ritorno alle gare di Zach Bitter, che l’anno scorso aveva vinto in 13:30 (e che detiene il record americano in 11:40:55), ma sulla sua strada Zach ha trovato Patrick Reagan che ha chiuso con un ottimo 13:01:14, record del percorso. Terzo posto per l’australiano Brendan Davies, un altro nome conosciuto, più volte ai Mondiali di 100k e già top ten alla Western States.

Tra le donne, ritorno con vittoria per Larissa Dannis, sesta assoluta: dopo un lungo stop per infortunio, bella prestazione per lei. Seconda Dana Anderson e distante terza Stacey Buckley.

Stop all’ultimo giro per Nicole Kalogeropoulus che era in testa fino a metà gara. Tra i finisher anche il nostro Fabrizio Lavuri. Da segnalare nella 100k il secondo posto assoluto di Caroline Boller, dietro a Makai Clemons. Ritorno alle gare con vittoria per Caroline in una stagione con qualche bel risultato, ma molti infortuni. Sarà in Texas a dicembre a cercare il record americano sulle 100 miglia, saldamente in mano proprio a Nicole Kalogeropoulos. Prossima ed ultima tappa del circuito a Cape Town ad inizo dicembre: 100 km con tratti ipertecnici, ma anche tanto terreno scorrevole.

https://ultrasignup.com/m_results_event.aspx?did=43813#id948761

 

ert (2)

ERT ROMMEL TRAIL

Sabato si è corsa la seconda edizione dell’Erwin Rommel Trail: passate le polemiche “politiche” sul nome della manifestazione, la parola è finalmente passata al sentiero e agli atleti. In programma 64 km e 2.500 metri di dislivello positivo con partenza a mezzanotte dal castello Ceconi in località Pielungo di Vito d’Asio (PN) e arrivo a Claut (PN), seguendo il percorso seguito dalle truppe della “Volpe del deserto”, e attraversando il Parco delle Dolomiti Friulane. Quasi 600 iscritti per una gara che si è ritagliata un posto importante nel panorama del trail, grazie ad un percorso che unisce storia e natura in maniera unica.

La gara maschile si è conclusa con un arrivo in coppia per gli azzurri Luca Carrara e Christian Pizzatti, in 6h57’57’’, nuovo record della corsa. Terzo posto per l’altoatesino Werner Bergmann staccato di 23’.

Tra le donne vittoria di Elisa Bordin in 9h36’22’’ che ha preceduto Ingrid Qualizza (9h58’13’’) e Asia Noacco (10h07’15’’).

Sulla gara corta (34 km e 1.500 m+) la vittoria è andata al trentino Francesco Baldessari (3h03’50’’) che ha staccato le due frecce del team Aldo Moro, Mattia Bellina (2° in 3h16’49’’) e Paolo Orlando (3° in 3h22’10’’). In campo femminile Francesca Scribani (3h39’11’’) ha preceduto Monica Breda (3h54’24’’) e la giovanissima Mara Martini (4h02’25’’).

https://drive.google.com/drive/folders/0Bxbuxds-oXM6WkpyQlcwbXp3WjA

 

trailcasto2017 11 02

TRAIL MONTE CASTO

Il Trail Monte Casto si presenta come la festa di fine stagione del Trail. E anche se in realtà non c’è più una vera fine stagione, la festa, quella sì, è rimasta. Circa 800 atleti, tra 21 km e 46 km, a cui sia aggiungono i bambini del Mini Trail e i partecipanti della 9 km non competitiva, hanno corso per i boschi biellesi e animato per tutto il weekend il centro di Adorno Micca.

Sulla gara lunga, il gruppetto di testa è rimasto unito solo per i primi 2 km, poi iniziata la salita è stata battaglia vera. Al 22° km Maurizio Fenaroli transita in 1h53’ con più di cinque minuti su tutti. Un’enormità. Mentre il secondo ed il decimo sono divisi da soli 6 minuti. Sulla strada che porta a Frazione Locato (38° km) avviene il colpo di scena. Fenaroli si ritira mentre Cristian Minoggio, che lo inseguiva, decide di lasciare la compagnia e provare ad andare da solo al traguardo. Il gruppo si screma e dietro solo Clemente Belinghieri, Danilo Brambilla, Ivan Camurri e Stefano Radaelli riescono a tenere un po’ il passo ma l’epilogo è già scritto. Vince Minoggio con il nuovo record del percorso in 3h56’37’’. Due minuti più veloce di Luca Carrara nel 2015. E nonostante la vittoria 24 ore prima alla prima edizione della Bregagno Skyrace. Dietro arriva Belinghieri (4h07’06’’), che deve cedere con onore il titolo di Re del Casto, accompagnato sul podio da Ivan Camurri e Stefano Radaelli, arrivati insieme sul traguardo.

Nella gara femminile non c’è mai stata storia per la vittoria. Sonia Glarey (5h00’06’’) è transitata prima a tutti i punti intermedi con almeno cinque noiosi minuti sulla più immediata inseguitrice. Più divertente quello che accade dietro alla campionessa valdostana. Al ristoro di Piana del Ponte Maria Eugenia Rossi e Angela Rosa Rollando sembrano essere le uniche a potersi giocare il podio, tuttavia nei chilometri successivi vengono raggiunte da Kate Wood e Belinda Hall Doudet. Queste ultime hanno dato vita ad un spettacolare duello all’ultimo respiro per tuti gli ultimi 8 chilometri: Hall Doudet ha raggiunto l’avversaria e l’ha superata, senza però avvantaggiarsi di più di 10’’. Kate Wood ha stretto i denti e sull’ultimo strappetto l’ha raggiunta prima di lanciarsi nello scatto finale in cui è riuscita a rimanere davanti per 1 secondo. 5h04’36’’ e 5h04’37’’ il loro tempo finale e ultimi 8 chilometri col coltello tra i denti corso in meno di 43 minuti. Più veloci di molti uomini.

Sulla gara corta il primo ad arrivare è stato Alberto Comazzi in 1h34'02" davanti a Enzo Mersi in 1h35'36" e Danilo Lantermino in 1h36'49". Chiara Giovando (Atl.Monterosa) prima tra le donne con il tempo di 1h54'18". Alle sue spalle Barbara Cravello (1h55’20’’) e Michela Uhr (1h57’30’’).  

Oltre alle performance atletiche si segnala che quest’anno i 540 litri di birra Menabrea sono stati presto divisi tra tutti partecipanti e la fine dei fusti alle 15.30 sembra segnare un nuovo record "non ufficiale" per questa manifestazione. 

http://trailive.wedosport.net/classifica.asp