SPIRITO TRAIL • Stretching

SPIRITO TRAIL

Trail Running Forum

Stretching

Preparazione, alimentazione, gestione gara

Moderatore: NoTrail

Re: Stretching

Messaggioda andard » 29/09/2016, 11:16

secondo me può servire e porta dei benefici dopo l'allenamenti di forza o a ritmi alti
Avatar utente
andard
 
Messaggi: 432
Iscritto il: 16/09/2014, 20:03
Località: lago maggiore

Re: Stretching

Messaggioda biglux » 09/01/2017, 20:09

Avatar utente
biglux
 
Messaggi: 1554
Iscritto il: 28/10/2010, 16:25

Re: Stretching

Messaggioda martin » 09/01/2017, 20:35

Ecco. Dice le stesse cose, ma in modo molto scientifico, del articolo pubblicato nella edizione di dicembre della rivista Spirito Trail (autore un certo deficente inglese :lol: ).

A dire la verità abbiamo quotato diversi studi scientifici anche noi :D .
Avatar utente
martin
 
Messaggi: 1789
Iscritto il: 03/10/2012, 7:27

Re: Stretching

Messaggioda Sylvain IT » 10/01/2017, 10:22

:arrow: Personalmente faccio sempre moolta fatica con l'approccio 'scientifico' di stampo americano... quando si tratta dell'umano.

Ti riempiono di 'dati' per poi lasciare dei 'vuoti' a livello logico che poi rendono l'intero impianto molto debole.

Mi spiego... lo stretching, VOI, sapete cos'é? Io ho un amico, che ne sa molto (fa parte del suo mestiere), si rifiuta sistematicamente di parlarne con me. L'ultima volta che ci siamo visti al bar, mi ha detto chiaro e tondo: vai a vedere Tizio, ti fai delle sedute con lui, ed impari. Ossia NON conta cosa ti dico su tale o tale movimento di stretching in un bar, conta come lo fai, devo verificare come lo fai, devo poterlo correggere, ecc insomma, siccome lui non mi può fare da personal trainer, mi ha rimandato verso un personal trainer disponibile.

:idea: In questo articolo, quand'é che parlano di come è fatto lo stretching in oggetto?

Se per un professionista del settore (preparatore atletico per sportivi professionisti), è essenziale come fai lo stretching, perché in questo articolo non viene mai discusso come è eseguito tale o tale movimento?

Qui noi siamo partiti da Dariogrizzly...
Dariogrizzly_1981 ha scritto:io sono molto rigido, ad esempio con gambe dritte e piedi uniti, mi mancano almeno 10 cm per poter toccare con le punte delle dita della mano il terreno....diciamo pure che sono un pezzo di legno!


Se io parlo di questa posizione con uno del settore, cosa mi dirà? che se io cerco ti toccare il suolo in modo non ragionato, provoco una tensione molto forte a livello delle lombari... ossia non mi sto faccendo del bene da qualche parte, ma decisamente mi sto faccendo male alla schiena...

Non dico che Dario lo facesse per fare stretching, dico che lo ho già visto fare a gente durante il loro stretching... bene o male un professionista serio lo potrebbe dire di qualsiasi posizione di stretching: non eseguita bene è dannosa...

Pensate a come allungate i quadricipiti? come lo fate? solitamente cosi, no?

https://www.youtube.com/watch?v=6vC_OrwBGi4

Beh cosi crea problemi di lordotizzazione del bacino :mrgreen:

Io ho preso un esempio di youtube di uno che lavora in pallestra e fa video di stretching... e... e li fa con indicazioni non del tutto corrette, anzi sbagliate :idea: secondo me è un indicatore di cosa sia lo stretching per lo sportivo dilettante.

Arriviamo al dunque: come faccio a sapere io se i problemi, o il non giovamento, dello stretching da cui si tratta nel articolo americano viene dallo stretching o dal modo nel quale viene eseguito? :?:

E' la posizione iniziale di Deeago e Mircuz...
deeago ha scritto:SECONDO ME negli anni si sono mescolati concetti veri e falsi, mille teorie e pratiche, per cui risulta meglio non fare niente, piuttosto che fare male.

mircuz ha scritto:In genere piuttosto che improvvisare esercizi di stretch, meglio non farlo. Il rischio di farsi male senza avere nessuna utilità è alto.


:arrow: Invece per chi pensa che potrebbe trovare giovamenti nello stretching, la RPG di Souchard potrebbe essere un ottimo punto di partenza, è un bel librone :mrgreen:
Sylvain IT
 
Messaggi: 99
Iscritto il: 20/09/2016, 15:23

Re: Stretching

Messaggioda martin » 10/01/2017, 10:36

La RPG (Rieducazione Posturale Globale) non è stretching ma un metodo di correzione dei scompensi e squilibri del corpo/struttura scheletro-muscolare.
Secondo me totalmente diverso come imposizione, obbiettivi e tecnica.

Qui siamo nel settore fisioterapia, chinesioterapia, chiropratico. Condotto da professionisti con l'obbiettivo di correggere problematiche del fisico.
Il stretching viene effettuato pensando di creare un livello più alto di flessibilità, cosa che si rivela non produttiva per il corridore, e per prevenire infortuni, scientificamente provato non valido.

Sono due cose diverse.
Avatar utente
martin
 
Messaggi: 1789
Iscritto il: 03/10/2012, 7:27

Re: Stretching

Messaggioda gomitolo » 10/01/2017, 11:08

martin ha scritto:La RPG (Rieducazione Posturale Globale) non è stretching ma un metodo di correzione dei scompensi e squilibri del corpo/struttura scheletro-muscolare.
Secondo me totalmente diverso come imposizione, obbiettivi e tecnica.

Qui siamo nel settore fisioterapia, chinesioterapia, chiropratico. Condotto da professionisti con l'obbiettivo di correggere problematiche del fisico.
Il stretching viene effettuato pensando di creare un livello più alto di flessibilità, cosa che si rivela non produttiva per il corridore, e per prevenire infortuni, scientificamente provato non valido.

Sono due cose diverse.


Ho letto il libro di Souchard e fatto diverse sedute di RPG continuando da solo a fare "mantenimento" e devo dire che trovo molto beneficio, è vero che sono metodi correttivi ma sono tutti basati di flessibilità articolare e tendinea...quindi facendoli si migliora in queste due cose anche.
Importante secondo lui è fare sempre esercizi simmetrici, mai solo per un arto alla volta e "se non fa male non ha effetto".
Sempre Souchard sostiene che è meglio farlo a freddo perchè il muscolo stirato a caldo quando si raffredda torna ad accorciarsi, a freddo invece rimane stirato.....ambasciator non porta pena..
Avatar utente
gomitolo
 
Messaggi: 131
Iscritto il: 07/04/2012, 1:48

Re: Stretching

Messaggioda mircuz » 10/01/2017, 11:13

Così tanto per fare un po' il punto, mi pare acclarato che lo stretching statico non ha una grande utilità per la corsa (io lo faccio, ma come detto sopra da Martin, per correggere-mantenere l'allineamento corporeo, non per essere più flessibile). Per la corsa è più utile lo stretch dinamico, fatto in modo consono prima di una seduta di corsa (allenamento o gara che sia). Poi si dovrebbe dare per scontato che qualsiasi esercizio deve essere fatto in modo corretto, altrimenti oltre al non avere benefici avremo anzi dei danni!
Per quanto riguarda il miglioramento della flessibilità, io sono anni che faccio stretching e yoga, ma ero e rimango un pezzo di legno :mrgreen:
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 1133
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: Stretching

Messaggioda MonteMario_Trail » 10/01/2017, 14:03

La mia esperienza personale, fatta sia di teoria che di pratica diretta, mi ha portato a pensare che il lavoro sulla FLESSIBILITA' (chiamiamo così la combinazione di allungamento muscolare, tendineo, mobilità articolare e propriocettività) sia certamente utile, sia per la prevenzione di infortuni che per una maggiore efficienza del gesto atletico globale.
Guadagnando in flessibilità si riesce a lavorare un po' meno "al limite" e si favorisce il pieno sfruttamento del "motore" da parte della "struttura" muscolo-scheletrica-articolare.
Personalmente preferisco fare flessibilità PRIMA dell'allenamento, quindi con esercizi di:
- stretching statico
- stretching dinamico (slanci delle gambe)
- mobilità articolare (la tanto disprezzata "ginnastica"....flesso-estensioni/circonduzioni di arti superiori e busto, esercizi di mobilizzazione per la colonna vertebrale, lavoro per l'articolazione tibio-tarsica e per i piedi)
Naturalmente a "freddo" si deve iniziare con gradualità, alternando fasi di stiramento leggero a mobilizzazione delle articolazione, almeno 15'-20'.
Se fatta 3-4 volte la settimana, con regolarità, penso di possano ottenere dei benefici....fatta saltuariamente sinceramente penso abbia efficacia praticamente nulla.
Sono poi da valutare elementi quali:
- caratteristiche individuali (es. differenze di genere, di solito le donne sono più flessibili degli uomini)
- obiettivo delle sedute (la flessibilità "necessaria" ad un atleta che corre è differente da quella di un ginnasta o di un altro sportivo, quindi tutto è relativo.....si tratta di trovare un equilibrio personale secondo me....in base al gesto specifico che andiamo a sollecitare maggiormente, mi vengono in mente i calciatori e spesso ti chiedi come facciano a calciare con tanta abilità quando manco riescono a stendere una gamba :lol: )
- tempistica: se fatta prima di una seduta di forza/rapidità (es. sprint in salita o forza in palestra) meglio prediligere esercizi di "attivazione" (quindi meno stretching statico, più esercizi di riscaldamento "dinamico" e mobilizzazione articolare). Dopo una seduta particolarmente intensa, poi, io eviterei un extra-stiramento delle fibre....meglio una blanda corsetta di defaticamento e un massaggio (se disponibile!!!).
Avatar utente
MonteMario_Trail
 
Messaggi: 296
Iscritto il: 25/06/2013, 13:58
Località: Sasso Marconi - Bo

Re: Stretching

Messaggioda Dariogrizzly_1981 » 12/01/2017, 16:32

Io ho smesso di farlo completamente da circa 3 mesi e per ora tutto fila liscio a livello di infortuni .....
1-2 allenamenti in piscina a settimana sicuramente mi stanno dando molto più beneficio delle sedute di stretching che avevo iniziato a fare quando ho aperto questa discussione...
Ciao,
Dario
Avatar utente
Dariogrizzly_1981
 
Messaggi: 467
Iscritto il: 28/05/2014, 6:54
Località: TORINO (TO) - GENOVA (GE)

Torna a Allenamento

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite