SPIRITO TRAIL • DISCESA

SPIRITO TRAIL

Trail Running Forum

DISCESA

Preparazione, alimentazione, gestione gara

Moderatore: NoTrail

Re: DISCESA

Messaggioda cianix » 18/01/2017, 22:32

Se volete sorridere un pò, dopo aver visto i primi (di un altro pianeta, a proposito il primo che si vede arrivare al cambio è Pivk) saltate al minuto 8'40", dove si nota la differenza tra i veri discesisti e i "normali", esilarante la scena finale dove il concorrente scompare ripetutamente tra l'erba :lol: (beninteso: potrei essere benissimo al suo posto, non credo che potrei fare meglio :D )

video del team sloveno
https://www.youtube.com/watch?v=rcsO0oDcmsE
cianix
 
Messaggi: 334
Iscritto il: 30/09/2013, 21:29
Località: Tarcento (Ud)

Re: DISCESA

Messaggioda seacat » 19/01/2017, 10:04

deeago ha scritto:A me ultimamente viene spesso in mente Kilian che dice che lui in discesa va con il freno a mano tirato quando è in allenamento, per preservare le articolazioni, mentre scende a bomba in gara.
Probabilmente lui fa così tante ore in montagna (e tante ne ha fatte nella vita) che non ha bisogni di allenare questa caratteristica, tuttavia è un approccio interessante.
Soprattutto per chi fa ultra. Sai, su una skyrace puoi gestire un po' lo sforzo in salita e poi vai a bomba giù fino al traguardo, ma su un trail con più salite e discese la differenza la fa avere una buona velocità media, magari con uno stile fluido che non richiede troppo impegno muscolare o nervoso e permette di dosare le energie fino al traguardo. A me è capitato qualche volta di farmi prendere dall'entusiasmo, recuperare decine di posizioni in discesa e poi... bum! Dove bum era una caduta o anche l'esaurire le energie all'attacco della salita successiva.

vero, ma non scordiamo che come praticamente tutti i pro, il peso è molto basso e la massa muscolare notevole (in proporzione al peso). E, come in salita, il basso peso in discesa fa la differenza visto quanto aumenta, per la gravità, il peso da frenare ed il conseguente lavoro muscolare.
Io non ho molte discese buone dalle mie parti per imparare bene, ma usando in allenamento scarpe barefoot, riesco poi a scendere più velocemente con scarpe drop 0 un poco più amortizzate
Avatar utente
seacat
 
Messaggi: 235
Iscritto il: 02/02/2014, 12:32
Località: Roma - Bari

Re: DISCESA

Messaggioda mircuz » 19/01/2017, 10:34

Naturalmente tutti questi discorsi vanno rapportati alla lunghezza delle gare. E' ovvio che in una gara di 20 km si va a palla, mentre su trail più lunghi è necessario trovare una andatura economica anche in discesa, anche se a volte si fa più fatica a scendere piano con il freno a mano tirato che non lasciarsi trasportare giù senza opporre resistenza. La fluidità del movimento è molto importante.
Succede anche a me nel mio piccolo di pensare "questa discesa la faccio piano, tanto sono in allenamento" e poi invece in gara badare più alla velocità che non a salvaguardare le articolazioni!
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 1133
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: DISCESA

Messaggioda Sylvain IT » 19/01/2017, 11:26

:arrow: Ecco la mia, più si è inesperto... più si ride :mrgreen:

portnoy ha scritto:Quest'estate ho avuto la fortuna di essere superato in discesa da (...)


Mi è capitato anche a me... facevo la mia 25 quando mi sono passati accanto quelli del podio della 50 :roll: :lol: ed ho trovato LA risposta, sono generoso, ve la giro...

deeago ha scritto:?
Io ho provato ad allenare una salita ad essere meno faticosa per chi la percorre, ma non ci sono riuscito. Chissà se qualcuno allena le discese (...)


Dunque, dunque, tutta la chiave sta lì... quelli del podio, che correvano per la vittoria sui 50, a differenza di me per finire con fatica i miei 25... ne avevano ancora!

Ci siete mi seguite? allora è tutto chiaro ;)

Vi é capitato anche a voi, a qualsiasi livello, durante l'uscita lunga, la prima discesa... si è tutti stambecchi: piedi veloci, niente paura, ecc. ecc e via a tutta 8-)

Poi, quando arriva l'ultima discesa, se poi è ripida, la si fa pianino, si è maldestro, ecc.

E allora? si è persa la tecnica per strada? :idea:

Nah, si sono finite le energie... se vuoi andar forte in discesa, fai in modo di non patire in salita :twisted:


Laurina76 ha scritto:Comunque io penso che per affrontare bene le discese ci voglia:
- preparazione fisica (quadricipiti forti, caviglie forti, core bello stabile)
- reattività
- testa
- progressiva esperienza
- buona vista:
- tecnica:


Sulla lista di Laurina, io dico la mia... se sei a posto di fisico, guarda a caso, il resto va già meglio da se!

Poi ovviamente, ha ragione il troll: a secondo della discesa, non si corre uguale, noi stessi... non il peone o il campione :idea: chi diamine andrebbe di punta su un pezzo di forestale che va giù come l'acqua? viceversa chi andrebbe di falcata lunga su un sentiero ripido con pietre e radici in mezzo? Ma a cosa serve dirlo... ci si adatta tutti senza manco pensarci.

:arrow: Quindi, per me, se vuoi andar forte in discesa, allenati, in salita... e anche in discesa, rispettando però i tempi giusti per gli sforzi eccentrici (rotture di fibre ecc ecc) per quanto riguarda la discesa. Sostanzialmente tranne per soggetti particolari, è più una questione di gambe che di tecnica.
Sylvain IT
 
Messaggi: 99
Iscritto il: 20/09/2016, 15:23

Re: DISCESA

Messaggioda deeago » 19/01/2017, 11:42

Sylvain IT ha scritto:[...].

novantadue minuti di applausi!
Questo più o meno era il senso del mio post di cinque anni fa: mi fa piacere trovare un parere concorde! :D
Avatar utente
deeago
 
Messaggi: 3056
Iscritto il: 10/09/2010, 9:15
Località: MILANO

Re: DISCESA

Messaggioda IAmOnlyHappyWhenIFk » 19/01/2017, 13:05

Sylvain IT ha scritto::arrow: Ecco la mia, più si è inesperto... più si ride :mrgreen:

Anche io non sono esperto, ma alcune cose credo di averle capite semplicemente osservando gli altri.

Sono d'accordo sulla maggior parte delle cose che hai scritto, ma non sul fatto che sia più una questione di gambe che di tecnica.

La tecnica e l'allenamento in discesa c'entrano eccome!
A me capita spesso di superare in discesa persone molto preparate fisicamente (infatti poi mi superano) ma che in discesa vanno pianissimo. A me pare ovvio che questi si allenano poco o nulla in discesa.
Senza contare che io sono un autodidatta e quindi chissà quanti sbagli faccio, ma almeno cerco di allenarmi.
Leggendo il forum, ho capito che molti trascurano di allenarsi in discesa. Ok, non allenatevi, poi però non lamentatevi se in discesa andate pianissimo e vi superano tutti.
Vedo anche gente che va pianissimo più per paura che mancanza di tecnica, ovvio che se in allenamento non fai nessuna discesa veloce poi in gara hai paura a correre.

Molto d'accordo sui rispetto dei tempi di recupero, indispensabili, soprattutto su questo tipo di allenamenti che mettono a dura prova le articolazioni.
Avatar utente
IAmOnlyHappyWhenIFk
 
Messaggi: 579
Iscritto il: 05/09/2014, 9:23

Re: DISCESA

Messaggioda IAmOnlyHappyWhenIFk » 19/01/2017, 13:16

Sylvain IT ha scritto:Nah, si sono finite le energie... se vuoi andar forte in discesa, fai in modo di non patire in salita :twisted:

Risparmiarsi sulle salite per poter andare veloci in discesa, da qualsiasi parte le prendi, per me è una strategia sbagliata. Sbagliata sia per trail lunghi che per trail corti, è' meglio puntare su una corsa più equilibrata.
Se poi non sei bravo nelle discese, allora hai sbagliato prima a non allenarti.
Avatar utente
IAmOnlyHappyWhenIFk
 
Messaggi: 579
Iscritto il: 05/09/2014, 9:23

Re: DISCESA

Messaggioda IAmOnlyHappyWhenIFk » 19/01/2017, 13:33

micetto ha scritto:... e non sono mai caduto in vita mia...

Se non è una delle tue micettate :lol: , allora sei un mostro di bravura :shock:
Io all'inizio sono caduto molte volte, magari non nelle discese più tecniche perché andavo piano, ma in tutte le altre sì.
Avatar utente
IAmOnlyHappyWhenIFk
 
Messaggi: 579
Iscritto il: 05/09/2014, 9:23

Re: DISCESA

Messaggioda inkedskin-1 » 19/01/2017, 13:52

IAmOnlyHappyWhenIFk ha scritto:Io all'inizio sono caduto molte volte, magari non nelle discese più tecniche perché andavo piano, ma in tutte le altre sì.


dai 90 ai 75 kg in discesa, oltre alla forma è cambiato il modo di correre e cadere

1) all'inizio cadevo quando coi quadricipiti cotti non sollevavo più i piedi e trascinandoli inciampavo in sassi e radici. :(
2) poi ho cominciato a cadere quando attingendo al KIllian pensiero provavo a guardare 2 metri avanti ai miei piedi scordandomi di essere cieco come una talpa :?
3) poi ho cominciato a cadere perchè ho cominciato a divertirmi e correvo ridendo e non concentrandomi... :lol:
4) ora cado perchè provo a spingere ogni volta un po' di più nel "fondamentale" in cui sono meno forte

io in discesa cado e cadrò sempre... osservo gli altri e ascolto me stesso e modifico postura e falcata, ma se non cado vuol dire che non ho dato tutto e se non ho dato tutto vuol dire che non mi sono divertito
Avatar utente
inkedskin-1
 
Messaggi: 357
Iscritto il: 04/09/2014, 7:13
Località: Milano

Re: DISCESA

Messaggioda Sylvain IT » 19/01/2017, 14:48

IAmOnlyHappyWhenIFk ha scritto:
Sylvain IT ha scritto:Nah, si sono finite le energie... se vuoi andar forte in discesa, fai in modo di non patire in salita :twisted:

Risparmiarsi sulle salite per poter andare veloci in discesa, da qualsiasi parte le prendi, per me è una strategia sbagliata. Sbagliata sia per trail lunghi che per trail corti, è' meglio puntare su una corsa più equilibrata.
Se poi non sei bravo nelle discese, allora hai sbagliato prima a non allenarti.


NDLR il mio senso era di avere gambe buone, non di salire a velocità pic-nic.

Da un punto di vista personale, ossia le mie qualità/diffetto... a me superano in discesa, ma la proprozione è sempre 80/20: 80 sul corribile 20 sul tecnico... e anzi alcune delle signore anziane che corrono alle mie velocità, nel tecnico le supero io :mrgreen:

Mentre in salita, nessuno mi supera: vanno più forte da subito :lol: :lol: :lol:
Sylvain IT
 
Messaggi: 99
Iscritto il: 20/09/2016, 15:23

Torna a Allenamento

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti