SPIRITO TRAIL • Allenamento per il Tor

SPIRITO TRAIL

Trail Running Forum

Allenamento per il Tor

Preparazione, alimentazione, gestione gara

Moderatore: NoTrail

Re: Allenamento per il Tor

Messaggioda motosega » 06/10/2021, 14:05

Io con delle ghette della INOVE8 da due soldi mi sono trovato benissimo.
Molta meno polvere nei piedi e nessun problema di vesciche
Avatar utente
motosega
 
Messaggi: 832
Iscritto il: 05/09/2014, 9:38
Località: In riva all'Adige

Re: Allenamento per il Tor

Messaggioda GIORGIVS » 09/10/2021, 8:44

Io mi sono fatto seguire da Martin. 4 uscite settimanali di cui 2/3 su asfalto ( le "ripetute in salita" a volte me le facevo nel bosco) + 1 lungo nel weekend. Prima parte molto corsaiola con Porte di pietra 72 a maggio e UD da 80 km a Cortina. Luglio bello montagnoso con sempre corsa in settimana. Trekking da 100km e 8000m d+ a inizio agosto in 3 giorni. Li mi è venuto un problema al tibiale SX che mi ha condizionato fisicamente e mentalmente fino al TOR (durante le 146h praticamente non l'ho mai sentito sto tibiale). 2 settimane di fermo completo prima del tor anche per questo problema. Da inizio anno fino a prima del TOR 1700 km e 70k di dislivello.

Durante la gara ho usato Altra Olympus con ghette Altra tutta la gara tranne la tappa Cogne Donnas dove ho usato Hoka mafate Speed 2 con le ghette altra ma mi hanno fatto venire delle vesciche, neanche troppo fastidiose ma che sono poi peggiorate durante la gara.

Doccia e massaggi per problemi vari (a Cogne credevo di ritirarmi, 6,5 ore per scendere dal Loson, e poi mi hanno impacchettato la gamba e sono ripartito) a tutte le basi vita. Mai trovato troppo intasamento. A gressoney dato che ero a mezz'ora dal cancello mi hanno fatto passare davanti a quelli della seconda ondata. Dormito a cogne 1h e 50. A Donnas 1h e 20. Al barma 10 min sul tavolo. A gressoney 1h e 30. A Champoluc 30 min. A Valtournanche 1h e 40. Al magià 30 min. A ollomon 40 min. A saint Remy 30 min sotto al tavolo del ristoro per terra. 20 minuti al passo entre-deux-sex su una pietra al sole di sabato mattina. Discreti svarionamenti notturni, specialmente prima dell'alba, dalla terza notte in poi. Io ho avuto l'assistenza di mia moglie per tutto il TOR. Indispensabile da Donnas in poi. Devo essere sincero che arrivavo in base vita e lei mi metteva la roba nello zaino, mi preparava la roba della doccia e si riprendeva tutto quando ripartivo. Nella borsa gialla avevo proprio solo la roba di emergenza. A cogne che ho fatto tutto da solo rischiavo di ripartire senza cibo, guanti e qualcosa di ricambio (che poi ho usato).
Sapevo che bene o male sarei arrivato sabato mattina ma da donnas in poi è stata abbastanza battaglia con i cancelli. (partito 10 min prima del cancello a Gressoney).
Mi è piaciuto parecchio e non vedo l'ora di rifarlo perchè mi sembra una follia fatta 10 anni fa, di quelle che ti sembra quasi di non aver fatto, nonostante abbia sofferto il giusto sia fisicamente che mentalmente.
GIORGIVS
 
Messaggi: 119
Iscritto il: 19/07/2016, 18:37

Re: Allenamento per il Tor

Messaggioda fifty » 09/10/2021, 15:44

Congratulazioni Giorgivs per il Tor e anche per il tuo contributo, prezioso alla pari di quello degli altri.
Molto interessante il discorso del tibiale, ne approfitto per aprire un discorso collegato.
Quando feci (fallendo) il tot dret incontrai un concorrente del Tor che mi disse che già una volta si dovette ritirare per problemi alla zona tibiale, e che a suo dire era quasi il motivo principale di ritiro al Tor.
Da quella volta ho prestato particolare attenzione al problema, anche se mi sono fatto la convinzione che l'infiammazione non nasca dalle salite, ma a causa dei lunghissimi tratti camminati (o corsi) con i muscoli stanchi.
La mia esperienza: ho rimediato alcuni mesi fa una bella periostite lato dx correndo a ritmi massimali (che pirla alla mia età :D) e dopo un po' ho capito che il solo modo di guarirla era di non correre più, finché non fosse guarita almeno, ma limitarsi alla sola camminata, non troppo veloce, anche con forti pendenze ma senza mai correre.
Siccome la cosa sembra funzionare, penso che il fattore scatenante la periostite sia l'impatto violento e veloce del piede sul terreno, e non l'angolazione del piede rispetto al terreno, ripetuta per innumerevoli ore, come è il caso della camminata in salita.
All'inizio invece pensavo che se l'infiammazione del tibiale capitava a molti concorrenti del Tor, il motivo poteva essere dovuto solo alle salite ripide e ripetute della gara.
Voi che ne pensate?
Avatar utente
fifty
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 14/03/2014, 18:06
Località: Matajur

Re: Allenamento per il Tor

Messaggioda Giammab76 » 18/10/2021, 12:07

Beh interessante questa cosa del tibiale.. ne ho parlato con tanti che hanno finito il TOR e tutti, come dicevi, mi facevano presente che una delle cause principali di ritiro. Sul sito del TOR c'è un link ad un articolo del Dott. Patacchini, lo si scarica in pdf, riguardo la sindrome del tibiale anteriore. Spiegata veramente benissimo..
https://www.tordesgeants.it/it/news/come-affrontare-la-sindrome-del-tibiale-anteriore
Giammab76
 
Messaggi: 489
Iscritto il: 13/05/2017, 11:25
Località: PIACENZA

Re: Allenamento per il Tor

Messaggioda fifty » 18/10/2021, 17:03

Molto interessante, grazie mille!!!
Avatar utente
fifty
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 14/03/2014, 18:06
Località: Matajur

Re: Allenamento per il Tor

Messaggioda andard » 02/11/2021, 8:06

grazie per aver condiviso le vostre esperienze! ;)
Avatar utente
andard
 
Messaggi: 665
Iscritto il: 16/09/2014, 20:03
Località: lago maggiore

Torna a Allenamento

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti