SPIRITO TRAIL • Rivista ST

SPIRITO TRAIL

Trail Running Forum

Rivista ST

Tutto ciò che è trail!

Moderatori: blackmagic, leosorry

Rivista ST

Messaggioda motosega » 03/07/2019, 15:38

Volevo condividere alcune impressioni sulla rivista, giusto per avere un riscontro, senza toni polemici o voler sembrare l'Aldo grasso dei poverissimi.
Sono abbonato da ormai 3 anni, e sono anche conscio che a causa della limitatezza dell'argomento Trail e della tutto sommato "spontanea" (inteso non professionistica, e lo scrivo in termini elogiativi) attività dei redattori è impossibile non ripetersi in termini di argomenti o racconti. Noto però che ultimamente ci sia una specie di deriva...che non riesco a decifrare. Negli editoriali chi scrive sembra spesso stanco, mai entusiastico. Si elogia gli happening spontanei (vedi Urma, l'incontro segreto più pubblicizzato al mondo 8-) ) per poi partire con il trionfale bilancio dei mondiali (l'anti Urma per antonomasia), palesemente l'evento meno interessante dell'universo Trail.
Io francamente non ci ho capito molto, stante l'apprezzare la pluralità delle ideee.
Volevo infine suggerire a chi cura la rubrica sull'alimentazione, che se invece di usare l'aggettivo "naturale" usa quello "vegano", alla luce del fatto che in 36 mesi non ho mai visto una ricetta che utilizzi proteine animali, forse è più attinente.
Avatar utente
motosega
 
Messaggi: 747
Iscritto il: 05/09/2014, 9:38
Località: In riva all'Adige

Re: Rivista ST

Messaggioda El_Gae » 04/07/2019, 7:21

Mannaggia avevo scritto un commento splendido e me l'ha cancellato.... provo a ricicciare.
Credo che ST sia un po' lo specchio del mondo trail attuale: diviso tra "odio il pacco gara" e "che marca è la maglia finisher?" Un po' URMA (a proposito, geniale la tua definizione) un po' Mondiali. Un corsivo su quanto mi piace correre nudo di notte in mezzo ai boschi e due pagine su device costosissimi.
Ma d'altra parte, non siamo un po' così anche noi, popolo del Trail running? Molti amano il trail, qualcuno anche riesce a "running". Per qualcuno la gara è il cronometro, per altri è solo l'occasione di vivere i sentieri in modo diverso.
Pure io ogni tanto mi chiedo: che cavolo leggo di gare che non farò mai? Poi penso che ho pensato così anche della prima volta che ho letto della LUT, della TDH o dell'Ultrabericus e quest'anno invece hanno pubblicato pure un pezzo mio sulla gara vicentina (vedi? Ci scrivono cani e porci, che pretendi? :D )
Forse non c'è una linea editoriale precisa, ma forse non è nemmeno possibile averla, per essere rappresentativi di tutti.

La cosa più bella credo che rimanga l'apertura: ho proposto un pezzo sulla celichia anni fa e me l'hanno pubblicato immediatamente (e mi piace pensare che quelle rare volte che trovo un ristoro dedicato, sia un po' anche merito mio). Qualche volta mi hanno pure rimbalzato come la compagna più bella della scuola che limonava solo con gli stronzi. Lo considero un valore aggiunto: pubblicassero tutto noon sarebbero nemmeno seri.
Dico questo perché, Daniele, mi piacerebbe vedere qualche tuo corsivo sulla rivista: farebbe bene a tutti. Quel tuo scritto pubblicato sul blog immediatamente dopo la TDH dello scorso anno io me lo vado a rileggere ogni tanto, da quanto vero è.
Avatar utente
El_Gae
 
Messaggi: 845
Iscritto il: 27/08/2014, 14:35

Re: Rivista ST

Messaggioda motosega » 04/07/2019, 9:50

Gae, mi lusinghi e ti ringrazio dell'apprezzamento, però come hai colto la mia non era una critica a chi scrive per come scrive, e nemmeno mi permetto di giudicare le idee altrui quando differiscono dalle mie. Noto solo come si tenda talvolta a "banalizzare" i comportamenti istintivi e magari naif che hanno caratterizzato e reso bello il trail running. A volte sembra che se apprezzi il pacco gara e ti diverti per la maglietta in omaggio sei un mona.
La rivista essendo fatta da runners, esprime le anime dei runners e questo è un bene, a volte però mi piacerebbe fosse un po' più ....di pancia e meno cerebrale, un po' più Trans D'Havet (tranne quella di quest'anno 8-) 8-) ) e meno Ultrabericus, giusto per darti esempi che conosciamo.
Avatar utente
motosega
 
Messaggi: 747
Iscritto il: 05/09/2014, 9:38
Località: In riva all'Adige

Re: Rivista ST

Messaggioda cianix » 04/07/2019, 10:08

OT
El_Gae ha scritto:Mannaggia avevo scritto un commento splendido e me l'ha cancellato.... provo a ricicciare.

Succede anche a me (non di scrivere commenti splendidi :lol: ) : quando scrivi un commento lungo, prima di premere invio ricordati di salvare, cioè seleziona tutto e fai copia.
cianix
 
Messaggi: 1040
Iscritto il: 30/09/2013, 21:29
Località: ridente

Re: Rivista ST

Messaggioda mircuz » 04/07/2019, 12:41

Anch'io abbonato da un paio d'anni, a volte leggo articoli proprio belli, altre volte delle gran minchiate troppo autoreferenziali sull'orlo di una crisi depressiva cronica. A me piacciono le cose spontanee e "fatte in casa", ma un po' più di professionalità non guasterebbe. Poi francamente a volte la cronache delle gare scritta dai partecipanti può essere interessante e scritta bene e con ironia, mentre altre volte gradirei di più una "telecronaca" esterna piuttosto che leggere il racconto di qualche runner scarso nella corsa ma ancora di più nello scrivere (naturalmente gli scritti di Gae ricadono nella categoria "interessante e ironica") ;)
Ma dall'editoriale sembra che dal prossimo numero molte cose cambieranno, quindi stiamo a vedere!
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 2722
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: Rivista ST

Messaggioda leosorry » 04/07/2019, 15:15

motosega ha scritto:Negli editoriali chi scrive sembra spesso stanco, mai entusiastico.


Mi dichiaro colpevole di editoriali al limite del depresso ;)

Cosa volete farci, la vita va così, a periodi. Ci sono stati anni, quasi due decenni, in cui la corsa è stata la passione più grande (dopo gli affetti). Oggi non è più così: amo ancora correre, ogni volta che esco per la mia oretta torno a casa con un bel sorriso, ma non riesco più a considerarla "totalizzante" come era prima. E questo si rispecchia nelle mie parole.

Trovo giusto raccontare quello che provo, anzichè fingere altro: magari tanti hanno già passato questa fase, magari tanti altri ci arriveranno, non lo so. Ma so per certo che se vuoi scrivere bene, non puoi fingere con te stesso.

Quindi... accettatemi anche con questo velo di malinconia, in fin dei conti è una colonnina di parole al mese.
Avatar utente
leosorry
 
Messaggi: 7592
Iscritto il: 05/09/2010, 9:13

Re: Rivista ST

Messaggioda Corry » 04/07/2019, 19:43

Io adoro i tuoi editoriali! :D Questo mix di talento, malinconia e Trail è un sicuramente un intruglio difficilmente imitabile. :lol:

D’accordo però che alcuni reportage sono un pochino piatti. Bisognerebbe, difficile, sempre trovare il modo di emozionare chi li legge.
Per la LUT ad esempio vi consiglio di contattare @modem73 ;)
Avatar utente
Corry
 
Messaggi: 1205
Iscritto il: 05/06/2014, 16:36

Re: Rivista ST

Messaggioda gabriella52 » 05/07/2019, 6:29

I primi anni leggere la rivista. mi emozionava, ora no. Mi dispiace, ma oltre a manifestazioni cui pochi potranno partecipare,sembra di leggere i racconti dei soliti quattro amici.Parere personale. Non me ne voglia nessuno.
Natalina
gabriella52
 
Messaggi: 78
Iscritto il: 07/05/2018, 14:47

Re: Rivista ST

Messaggioda augusto losio » 05/07/2019, 7:39

Corry ha scritto:Bisognerebbe, difficile, sempre trovare il modo di emozionare chi li legge.


prendo spunto.
qualche rara volta ho scritto articoli per ST, in compenso li scrivo spesso per il gruppo podistico cui appartengo, e uso due stili diversi.
su ST cerco di restare sul descrittivo puro perché penso (magari sbagliando) che chi legge la rivista voglia trovare informazioni utili, non pareri o sensazioni.
questo per gli articoli sulle gare, per il resto ben vengano le cose soggettive.
quando scrivo per il mio gruppo invece parto per la tangente e condisco le descrizioni con i miei ricordi personali, di base annullando ogni possibile deriva retorica o possibilità che il lettore possa pensare che io sia chissà quale atleta.
le cronache che preferisco su ST sono di chi riesce a coniugare le due cose, e ogni tanto (dannazione, adesso non me ne vengono in mente) ci sono delle fiammate che mi divertono e mi appassionano.
poi il mio grosso difetto è che sono una bestia cava dal punto di vista allenamenti, materiali, alimentazione, quindi purtroppo utilizzo poco la gran parte dei contenuti.
ieri ho sbirciato l'ultimo numero, l'impressione è che mi piacerà.
Avatar utente
augusto losio
 
Messaggi: 1255
Iscritto il: 06/09/2010, 7:59

Re: Rivista ST

Messaggioda mircuz » 05/07/2019, 9:31

Il sapore di un articolo, in particolar modo di un editoriale, non deve essere per forza "allegro", anzi. Però non deve essere a mio avviso uno sfogatoio personale. La mia è una critica leggera, non fraintendetemi. Molte volte gli articoli del sig. Soresi sono godibili e interessanti!
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 2722
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Torna a Mondo Trail

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 17 ospiti