Frequenza cardiaca massima

Preparazione, alimentazione, gestione gara

Moderatore: blackmagic

Avatar utente
Boborosso
Messaggi: 376
Iscritto il: 17/01/2020, 15:12

Re: Frequenza cardiaca massima

Messaggio da Boborosso »

Aggiungo carne al fuoco in questo argomento... cercando aiuto.

Dopo l'ultima gara ho avuto qualche complicanza.
Un semplice raffreddore si è trasformato prima in una bella influenza e poi in una bronchite pesante.
Ho fatto quasi 2 settimane in cui ero a terra... risolto con aerosol e broncostimolatore, antibiotico e cortisone.
Ho provato a ricominciare a correre a fine antibiotico e aerosol (stavo ancora prendendo cortisone riducendo la dose). Una fatica... I battiti salivano all'impazzata.
Sono andato a fare allenamento con la mia squadra, ho cercato di tenere un'andatura più blanda ma ho cercato anche di non farmi superare dalle ragazze :? . Risultato: arrivo a casa e vedo che ho raggiunto i 200 battiti/min :shock: :shock: :shock: (merito del broncostimolatore?)
Al di là dell'evento in se (a rischio infarto...) continuo a non girare bene nei giorni successivi.
Non respiro benissimo sotto sforzo. Ho dolori muscolari.

Ma veniamo alla domanda inerente il topic:
Il fatto di aver portato i battiti così in alto, può avermi generato lattato e sostanze di rifiuto nei muscoli che ho difficoltà a smaltire dopo più di 1 settimana?
Avatar utente
Corry
Messaggi: 2060
Iscritto il: 05/06/2014, 16:36

Re: Frequenza cardiaca massima

Messaggio da Corry »

Aspetto i medici ma così ad occhio ti direi: rischio infarto no perché non è direttamente correlato alla frequenza cardiaca, o meglio se ti deve venire ti viene quando sei sotto sforzo ma se non ti deve venire e raggiungi frequenze alte vuol dire che il cuore funziona ancora bene.
Dolori muscolari dopo una settimana non certo per il lattato, più probabilmente conseguenza della brutta influenza, magari ancora non risolta completamente. Ad ossigenazione come eri/sei messo?
Avatar utente
Boborosso
Messaggi: 376
Iscritto il: 17/01/2020, 15:12

Re: Frequenza cardiaca massima

Messaggio da Boborosso »

Ossigenazione provata a 1 e 2 settimane dall'inizio dell'influenza. risultato 99 e 98, quindi tranquillo e beato.
belladitheboss
Messaggi: 102
Iscritto il: 09/05/2020, 10:53

Re: Frequenza cardiaca massima

Messaggio da belladitheboss »

Boborosso ha scritto: 07/06/2024, 11:00 Aggiungo carne al fuoco in questo argomento... cercando aiuto.

Dopo l'ultima gara ho avuto qualche complicanza.
Un semplice raffreddore si è trasformato prima in una bella influenza e poi in una bronchite pesante.
Ho fatto quasi 2 settimane in cui ero a terra... risolto con aerosol e broncostimolatore, antibiotico e cortisone.
Ho provato a ricominciare a correre a fine antibiotico e aerosol (stavo ancora prendendo cortisone riducendo la dose). Una fatica... I battiti salivano all'impazzata.
Sono andato a fare allenamento con la mia squadra, ho cercato di tenere un'andatura più blanda ma ho cercato anche di non farmi superare dalle ragazze :? . Risultato: arrivo a casa e vedo che ho raggiunto i 200 battiti/min :shock: :shock: :shock: (merito del broncostimolatore?)
Al di là dell'evento in se (a rischio infarto...) continuo a non girare bene nei giorni successivi.
Non respiro benissimo sotto sforzo. Ho dolori muscolari.

Ma veniamo alla domanda inerente il topic:
Il fatto di aver portato i battiti così in alto, può avermi generato lattato e sostanze di rifiuto nei muscoli che ho difficoltà a smaltire dopo più di 1 settimana?
non so risponderti ma tendenzialmente il lattato si smaltisce nelle ore successive all'allenamento, anche concentrazioni di lattato elevatissime come quelle raggiunte durante gare di 400 o 800 m, concentrazioni che è impossibile raggiungere durante sforzi prolungati perchè portano i muscoli a inchiodarsi soprattutto se non si è abituati a tali concentrazioni
infatti anche chi prepara gare di mezzofondo veloce riesce a fare più serie di ripetute con ampio recupero tra le serie proprio perchè durante il recupero il lattato ritorna a livelli bassi e si può ripartire a spingere al massimo
molti pensano che i famosi DOMS che si hanno nelle 36-48 ore dopo sforzi prolungati o molto intensi siano dovuti al lattato ma così non è

mia opinione è più probabile che il tuo problema di salute non sia del tutto risolto o che richieda comunque più tempo per tornare a regime
Avatar utente
mircuz
Messaggi: 3226
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: Frequenza cardiaca massima

Messaggio da mircuz »

Anche a mio avviso i dolori sono dovuti ai postumi della malattia e ai farmaci.
Avatar utente
mircuz
Messaggi: 3226
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: Frequenza cardiaca massima

Messaggio da mircuz »

mircuz ha scritto: 22/05/2024, 11:08 A questo punto sono un po' preoccupato. Mi spiego. Da qualche mese, oramai, la lettura delle pulsazioni con il Coros mi sembrava sballata. Nella seconda parte di allenamenti anche molto tranquilli, la frequenza cardiaca saliva e poi non tornava più giù, nonostante rallentassi il ritmo tanto da poter conversare amabilmente! Avevo dato la colpa alle condizioni meteo, al non aver stretto bene al cinturino o altro. Adesso inizio ad avere qualche dubbio che la lettura sia corretta e che quindi la mia frequenza cardiaca abbia qualche problema. Il fisico è affaticato, oppure non reintegro a sufficienza? La visita medico sportiva un paio di mesi fa mi aveva dato ottimi riscontri, e non sto facendo allenamenti particolarmente impegnativi.
Vi è mai capitata una situazione del genere?
Grazie per i riscontri.
Ormai sono propenso a considerare esatta la lettura del battito. Sono io che quando spingo e raggiungo una certa soglia, poi non riesco più ad abbassarla. Se vado più piano, o accelero solo per brevi tratti, i battiti rimangono regolari. Si vede che sono fatto così.
Avatar utente
Boborosso
Messaggi: 376
Iscritto il: 17/01/2020, 15:12

Re: Frequenza cardiaca massima

Messaggio da Boborosso »

Ieri sono uscito senza cardiofrequenzimetro e così ho risolto tutti i miei problemi :D

Ok, non è lattato ma DOMS: Se faccio un'uscita sotto sforzo, continuo ad avere i muscoli duri per vari giorni.
Quello che mi lascia perplesso è che ho la sensazione di muscoli duri accentuata in questo periodo. Probabilmente è come dite voi, il mio fisico deve ancora recuperare completamente.
O magari il mio fisico lancia segnali conosciuti per farmi capire che devo andare piano. :cry:
belladitheboss
Messaggi: 102
Iscritto il: 09/05/2020, 10:53

Re: Frequenza cardiaca massima

Messaggio da belladitheboss »

secondo me sono DOMS però guarda ad esempio questo:

https://www.instagram.com/p/C6d16RKu0qT ... _copy_link

steve magness tende a distinguere in 4 categorie la "stanchezza" dovuta a mancato recupero, da quel che capisco a livello muscolare sono le prime due, comunque visto che esci da un periodo di malattia considera anche le altre due
anche per il fatto che ti trovi con una frequenza cardiaca alta

io sono fortunato perchè non mi capita mai di stare fermo così tanto per influenze o virus vari, quindi di solito faccio semplicemente corse facili finchè non sento di poter tornare a una programmazione normale, ma non per via dei doms quanto per la stanchezza o problemi di fiato
ho avuto problemi di doms ad esempio l'anno in cui mi ero rotto la clavicola, quando dopo qualche mese che avevo già ripreso a correre e anche a fare scialpinismo, sono andato a fare il primo trail, con un paio di lunghe discese che ho accusato nei giorni seguenti, oppure li ho quasi tutti gli anni ai primi allenamenti in pista con le chiodate se ad esempio faccio un 8x400 o un 10x300 tirando alla morte, però dopo allenamenti simili anche se ho i muscoli duri per un paio di giorni non mi sento "stanco", a livello di energie i giorni seguenti sento che potrei tranquillamente correre per un paio d'ore anche perchè pur con riscaldamento e defaticamento non sono allenamenti che ti tolgono energie. certo non ho mai provato a fare robe del genere durante o subito dopo una malattia
Avatar utente
Corry
Messaggi: 2060
Iscritto il: 05/06/2014, 16:36

Re: Frequenza cardiaca massima

Messaggio da Corry »

Non preoccuparti io (ma potrei scrivere anche noi) se facessi ripetute in pista alla morte con le chiodate più che i doms avrei il RIP.
belladitheboss
Messaggi: 102
Iscritto il: 09/05/2020, 10:53

Re: Frequenza cardiaca massima

Messaggio da belladitheboss »

Corry ha scritto: 10/06/2024, 17:14 Non preoccuparti io (ma potrei scrivere anche noi) se facessi ripetute in pista alla morte con le chiodate più che i doms avrei il RIP.
no ma non mi preoccupo, sono un mezzofondista col vizio del trail, o un trail runner col vizio del mezzofondo fate voi :D
sono abbastanza abituato :D
Rispondi