corsa ed ernia del disco

Preparazione, alimentazione, gestione gara

Moderatore: blackmagic

Avatar utente
deeago
Messaggi: 3366
Iscritto il: 10/09/2010, 9:15
Località: MILANO

Re: corsa ed ernia del disco

Messaggio da deeago »

Ciao Guido,

per il chiropratico in centro italia, lascio la parola agli utenti di quelle zone (sono in minoranza, ma ci sono!).
Intanto non buttarti giù: il colpo della strega è normalmente un problema muscolare, che insorge repentinamente e rientra con un attimo di pazienza. Nn è detto che tu abbia delle ernie!

Ciao,
Diego
fabilog
Messaggi: 22
Iscritto il: 24/01/2014, 10:44

Re: corsa ed ernia del disco

Messaggio da fabilog »

Ciao Guido,
a marzo del 2014 ho aperto questo argomento, dopo quasi un anno ti racconto cosa e' successo, all'inizio ero senza speranze non accettavo di convivere con questo dolore, ma con molta volonta' e determinazione ho cominciato con un po' di nuoto e allungamenti, il dolore non e' scomparso del tutto a volte e' piu' forte altre volte e' meno forte ma alla fine ho capito che devo convivere con questo problema, anzi ti posso dire che per me e' stato un stimolo per continuare, ad agosto ho fatto il primo trail e non mi sono fermato piu', ad oggi ho fatto circa 4 gare, l'ultima e' stata domenica per la Madonna e ho chiuso una gara di 43 km nei Nebrodi in Sicilia. Come consigliato dagli amici del forum l'importante e sentire il tuo corpo le tue sensazioni, ti posso dire che piu' mi alleno meno mi fa male, stare fermi e' peggio, non disperare e continua a crederci
Avatar utente
Wifi
Messaggi: 125
Iscritto il: 25/09/2013, 6:13
Località: AR - FI

Re: corsa ed ernia del disco

Messaggio da Wifi »

Io ho la tua stessa ernia e da due anni a quest parte quando ho reiniziato a correre NON Ho mai Avuto un problema.. ma forse è un caso..
Dente
Messaggi: 11
Iscritto il: 04/12/2014, 19:45

Re: corsa ed ernia del disco

Messaggio da Dente »

Salve a tutti, leggendo questo topic mi sono sentito inevitabilmente coinvolto.....convivo anche io oramai da circa 7 anni con il problema protusioni ed ernie, problema che saltuariamente si ripresenta con fortissimi dolori nella parte lombare che ovviamente mi limitano nella vita quotidiana ed inevitabilmente anche in quella sportiva.
Ho provato un pò di tutto a livello farmacologico e di terapia ma l'unica cosa che effettivamente mi permette di star bene e di poter fare attività fisica sono gli esercizi che quotidianemente faccio mattina e sera.....non si tratta di cose astronomiche ma di semplici posture ed esercizi di rafforzamento del core che in tutto mi portano via 15 min al massimo, il tutto poi deve essere condito con un corretto utilizzo della nostra martoriata schiena nel senso che dobbiamo evitare il piu possibile movimenti cosiddetti ernianti (classico esempio quando alziamo un peso di schiena a sbalzo invece che di gambe ed in asse), l'ultima risonanza che avevo fatto aveva evidenziato che i muscoli profondi che sorreggono e aiutano la colonna erano composti da parecchio grasso, il che era indice di una muscolatura poco tonica, con l'ausilio di alcuni semplici esercizi di rafforzamento mirato ho notevolmente migliorato la forza e di conseguenza la colonna deve a sua volta lavorare di meno in quanto sorretta e circoscritta da una parete muscolare efficiente.
Da non dimenticare poi anche lo Stretching nella parte retrostante della gamba come gia indicato da molti di voi ed esercizi di scarico della colonna.......
Per il resto solo costanza, applicazione e non strafare (almeno nel mio caso).... Purtroppo ci si prende cura della schiena solo quando si hanno dei problemi in quanto prima ci si sente invincibili, ma poi purtroppo si paga dazio e SON DOLORI IN TUTTI I SENSI....
Spero di essere stato utile
Voi per me lo siete stato.

Buone corse qualunque esse siano
Avatar utente
vinx
Messaggi: 11
Iscritto il: 14/10/2014, 11:41

Re: corsa ed ernia del disco

Messaggio da vinx »

Vi racconto la mia esperienza. Ho convissuto con due protusioni discali L4-L5 e L5-S1 per oltre 10 anni, in cui di tanto in tanto mi bloccavo, e dopo 1-2 settimane di voltaren+muscoril tornavo alla normalita'.

Questo fino al 2007 quando un frammento a livello L4-L5 e' stato espulso, mi premeva sul nervo sciatico paralizzandomi la parte esterna della gamba sinistra, a questo punto non ho potuto fare a meno di operarmi.

Il decorso post-operatorio e' stato lungo, oltre sei mesi, nei quali tutti i medici che ho interpellato mi escludevano le attivita' piu' impegnative (corsa, MTB, sci, etc) al massimo mi consigliaveno di fare posturale o nuoto. Cosa che nei primi due anni ho fatto, ma il dolore, non e' mai passato del tutto, ogni tanto continuavo a bloccarmi.

Questo fino a quando, circa quattro anni fa, ho mandato al diavolo medici e specialisti ed ho cominciato a fare di testa mia. ebbene, da allora non ho piu' avuto mal di schiena. Corro, vado in montagna, sci-alpinismo, MTB e quant'altro.

Nel mio caso specifico, il segreto e' mantenere la muscolatura tonica, infatti, l'unico caso di riacutizzazione del mal di schiena, ce l'ho avuto la scorsa primavera, in un periodo che ero fermo a causa della lesione del tendine di achille sinistro. Ma anche in quel caso, piuttosto che imbottirmi di antidolorifici, oppure fare delle costose terapie a base di ozono, e' bastato un mesetto di nuoto (purtroppo il TDA era conciato male, e non potevo fare altro, mi faceva male persino in bici) per tornare in piena efficienza.

Sia ben chiaro che però non mi assumo responsabilità per quanti, facendo come me, peggiorassero la propria situazione! :mrgreen:
Avatar utente
deeago
Messaggi: 3366
Iscritto il: 10/09/2010, 9:15
Località: MILANO

Re: corsa ed ernia del disco

Messaggio da deeago »

Vinx, appenderei il tuo intervento in un reparto di ortopedia. Approccio estremo, ma secondo me apre molto la mente su aspetti che gli ortopedici spesso (non sempre) trascurano.
Avatar utente
Pabbblito
Messaggi: 250
Iscritto il: 27/11/2011, 11:30
Località: Cislago (VA)

Re: corsa ed ernia del disco

Messaggio da Pabbblito »

racconto e chiedo suggerimenti
ernie L3-L4 sx & L5-S1 dx, è quest'ultima la più critica. Dimensione dei dischi ridotti e questo non aiuta.
2 anni fa fuoco di sant'antonio sulla parte lombare dx che mi colpiva la gamba, da allora molto rigido e imballato nei movimenti.
A maggio mi blocco con la schiena, lastra e risonanza e scopro quanto sopra. 3 mesi di osteopata e metodo mckenzie alleviato il dolore ma non l'elasticità nei movimenti. In questo periodo zero corsa.
Il fatto che passo molte ore in auto (50.000 km /anno) o al pc certamente non mi aiuta. Domenica alzo un piccolo peso (cane da 7 kg) e mi ritrovo in ginocchio, dolore lancinante, mi devono aiutare anche a vestirmi (mutande calze pantaloni). In 2 giorni il dolore come normale per la mia ernia si sposta alla gamba fino al polpaccio. Sto bene sdraiato, in piedi o seduto la gamba inizia ad ardere pesantemente.
Adesso sto prendendo cortisone antidolorifici etc etc e ho impegnativa per andare a fare visita da neurochirurgo.

Ognuno dice la sua, ozono si, ozono no, l'osteopata non serve, il fisioterapista neanche.
Io vorrei solo uscirne velocemente dopo quasi 6 mesi.
Altro dilemma....... lo sport. Corsa assolutamente no, mi dicono "hai i dischi stretti e la corsa non ti aiuta", che mi dite ???

grazie paolo
Avatar utente
paola351
Messaggi: 177
Iscritto il: 11/06/2012, 9:23

Re: corsa ed ernia del disco

Messaggio da paola351 »

Ciao Paolo,
dai non mollare! Vedrai che tutto passa e anche tu tornerai a correre !
quando stavo male io, tutti intorno a me avevano consigli miracolosi su come curare l'ernia, e naturalmente erano contrari alla cura che stavo seguendo io.
Sta cosa mi metteva di pessimo umore, gia' stavo male e tutti questi sapientoni non erano per niente di aiuto. Per esserci passata pero' ti assicuro che si guarisce, e poi alla fine torni a correre. Se il Medico e' intelligente ti dira' di provare e vedere dove puoi arrivare, invece di dirti no, non puoi piu' correre. Che dobbiamo fare: lavorare aspettando la morte? Io ho trovato una fisiatra, che mi ha detto di provare, e piano piano ho ripreso (sto riprendendo) se mi chiedi se riusciro' a fare le gare che vorrei, quello e' ancora un punto interrogativo, ma gia' uscire ad allenarsi e camminare e' fantastico. A me tra l'altro nessuno dei medici consultati mi ha detto di fare fisio...mi hanno solo detto di fare attenzione a non alzare pesi strani...sappi che ho appena fatto trasloco e la settimana scorsa ho dovuto montarmi e sistemare la rete a dogne che mi avevano consegnato - chi lo doveva fare era gia' fuggito...insomma, la schiena ha tenuto. in bocca al lupo! ppm
LorenzoT
Messaggi: 1
Iscritto il: 04/09/2023, 21:16

Re: corsa ed ernia del disco

Messaggio da LorenzoT »

Ciao a tutti, anche io sono un trail runner e da due mesi ho forti dolori a causa di un'ernia espulsa L5/S1, sono molto preoccupato perché ho paura di non poter ritornare all'attività di trail (o meglio, di ritornare all'attività e di stare di nuovo male). Volevo avere aggiornamenti da voi che avete partecipato a questa conversazione nel 2014, avete avuto altri episodi di sciatalgia legati a un'ernia oppure siete riusciti a superare i problemi in modo definitivo?
Avatar utente
martin
Messaggi: 2942
Iscritto il: 03/10/2012, 7:27
Contatta:

Re: corsa ed ernia del disco

Messaggio da martin »

Ciao Lorenzo,

Dire che ho superato il problema in modo definitivo sarebbe troppo. Però convivo tranquillamente con la situazione. Continuo a fare esercizi, faccio nuoto e ogni autunno/inverno/primavera faccio 6 mesi in palestra a spostare ghisa in modo di avere la muscolatura forte e tonico.
Gia nel agosto 2014 (dopo l'attacco di sciatalgia nel autunno del 2013) sono riuscito a fare l'UTMB (seconda volta), magari non benissimo ma sono arrivato in fondo.
Nel 2018 CCC (seconda volta)
Nel 2019 TDS
L'anno scorso Tor des Geants e quest'anno tento il Tot Dret.
D'inverno faccio skialp e in questi anni ho fatto anche diverse traversate dove si porta uno zaino pesante per più giorni.

Quindi mi sembra che la convivenza è abbastanza positiva.

Si può migliorare la situazione ma bisogna avere molto pazienza e essere determinato a fare tutti gli esercizi e/o trattamenti necessari.
Rispondi