Corsa e camminata

Preparazione, alimentazione, gestione gara

Moderatore: blackmagic

Avatar utente
andard
Messaggi: 866
Iscritto il: 16/09/2014, 20:03
Località: lago maggiore
Contatta:

Re: Corsa e camminata

Messaggio da andard »

complimenti per i risultati... direi che sfrutti bene la camminata, forse è più questione di reattività e coordinazione, oltre al contributo della spinta delle dita e la rotazione della caviglia piuttosto che l'elasticità, in ogni caso anche se sei un pezzo di legno, si vede che il tuo corpo ha talmente ottimizzato quel tipo di movimento che lo fa molto bene, però se gli chiedi di fare altro sarà impacciato. In teoria se si riduce la falcata e si punta più sul ritmo il movimento dovrebbe essere più economico.
Sylvain IT
Messaggi: 365
Iscritto il: 20/09/2016, 15:23

Re: Corsa e camminata

Messaggio da Sylvain IT »

Ci sono 2 aspetti...
- la camminata dovrebbe essere fondamentalmente più ergonomica che non la corsa (detto da chi non sa una cippa di niente), mi sembra che qualsiasi essere umano normodotato possa camminare, correre e un'altra cosa. Io non sono stupito di uno che 'solo' camminando vada "forte" su un ultra*.

- quanto uno sia più o meno bravo rispetto agli altri dello stesso livello in trail nelle due specialità, sarà una cosa personale; io spesso ero all'opposto di Mircuz, non vedevo l'ora si arrivasse alla salita per poter un po' risalire, mentre in pianura tutti questi runner incalliti mi svernicciano. In sostanza fuori che nel tecnico, sono una lumaca.

:arrow: Da un punto di vista "tecnico" ecco un articolo http://www.jogging-international.net/en ... -autrement, in sostanza parla dell'alternanza camminata/corsa come metodo per andare più veloce sulle distanza come la maratona :mrgreen:

*potete fare dei test in allenamento in montagna, salita e discesa, vedete a che velocità andate solo camminando senza tirare particolarmente, e poi fate delle proiezioni: quante mettereste a quel ritmo su distanze lunghe...
Avatar utente
Tepepa
Messaggi: 273
Iscritto il: 15/02/2016, 10:16

Re: Corsa e camminata

Messaggio da Tepepa »

ok siamo d'accordo che per migliorare la camminata bisogna allenarla ...ma come si allena la camminata???
cioè esco e cammino come va va 10 -20 km oppure devo tenere un certo ritmo e quale?
Avatar utente
fifty
Messaggi: 324
Iscritto il: 14/03/2014, 18:06
Località: Matajur

Re: Corsa e camminata

Messaggio da fifty »

Sylvain IT ha scritto:Ci sono 2 aspetti...
- la camminata dovrebbe essere fondamentalmente più ergonomica che non la corsa (detto da chi non sa una cippa di niente), mi sembra che qualsiasi essere umano normodotato possa camminare, correre e un'altra cosa. Io non sono stupito di uno che 'solo' camminando vada "forte" su un ultra*.

- quanto uno sia più o meno bravo rispetto agli altri dello stesso livello in trail nelle due specialità, sarà una cosa personale; io spesso ero all'opposto di Mircuz, non vedevo l'ora si arrivasse alla salita per poter un po' risalire, mentre in pianura tutti questi runner incalliti mi svernicciano. In sostanza fuori che nel tecnico, sono una lumaca.

:arrow: Da un punto di vista "tecnico" ecco un articolo http://www.jogging-international.net/en ... -autrement, in sostanza parla dell'alternanza camminata/corsa come metodo per andare più veloce sulle distanza come la maratona :mrgreen:

*potete fare dei test in allenamento in montagna, salita e discesa, vedete a che velocità andate solo camminando senza tirare particolarmente, e poi fate delle proiezioni: quante mettereste a quel ritmo su distanze lunghe...
Molto interessante, grazie! Ho provato anch'io l'alternanza, in particolare in quei tratti in piano, corribili, ma che dopo 70-80km non hai tanta voglia di correre. Alternando ad esempio 100 passi di corsa e 100 di camminata è impressionante quante posizioni riesci a rimontare.
NB Parliamo del mio livello eh...
Riccardino
Messaggi: 767
Iscritto il: 01/02/2014, 21:14

Re: Corsa e camminata

Messaggio da Riccardino »

Mi accodo anche io nel trenino dei lenti camminatori, nei falsi piani per non perdere troppo terreno dai buoni camminatori devo correre. Alla LUT dell'anno scorso ho fatto fino alla Val Travenanzes in compagnia e c'erano due ragazze sicuramente non più alte di 1.70 e io nonostante sono 1.85 nei falsi piani dovevo correre per recuperare. Recentemente ho fatto un lungo con un ragazzo che in generale corre poco ma fa tanta montagna camminando dislivelli importanti ed è un ottimo sci alpinista, nei falsi piani la camminata veloce era veloce come la mia corsa. Credo sia una questione di abitudine al gesto e allenamento, chi corre tanto usa la camminata per tirare il fiato e quindi investe poche risorse nel ottimizzare e poi nelle ultra si trova a camminate tanto in modo poco proficuo. Bisognerebbe interessarsi al mordi walking, un istruttore mi parlava che ci sono degli esercizi come andature che migliorano parecchio l'efficacia del gesto.
Avatar utente
Dariogrizzly_1981
Messaggi: 732
Iscritto il: 28/05/2014, 6:54
Località: TORINO (TO) - GENOVA (GE)

Re: Corsa e camminata

Messaggio da Dariogrizzly_1981 »

Tepepa ha scritto:ok siamo d'accordo che per migliorare la camminata bisogna allenarla ...ma come si allena la camminata???
cioè esco e cammino come va va 10 -20 km oppure devo tenere un certo ritmo e quale?

Ciao Tepepa,

secondo me è il metodo migliore : andare a camminare cercando di tenere un passo veloce.
Ritengo che 5-10 km siano più che sufficienti in modo da migliorare sempre di più il gesto, la tecnica, rendendo il movimento il più naturale possibile.
Non penso servano particolari allenamenti per migliorare questo aspetto, d'altronde camminare è il gesto atletico più naturale per un uomo, più cammini e più migliori.

Ad esempio certe volte mi capita di andare al lavoro a piedi (2km da casa) o a fare la spesa (1km) camminando comunque veloce senza accorgermene ormai da quanto è diventato naturale per me.

Ciao,
Dario
Avatar utente
mircuz
Messaggi: 3237
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: Corsa e camminata

Messaggio da mircuz »

Rispolvero questo post perché ascoltando l'intervista post UTMB di Zach Miller, questi parlava di come nel tratto in cui era con Walmsley e Evans, si trovava in difficoltà quando nei tratti di camminata in salita non riusciva a tenere il passo con i due stangoni, mentre quando si trattava di correre riusciva a tenere il passo senza difficoltà. Nel mio piccolo, ho lo stesso problema. Quando si deve camminare faccio fatica a tenere il passo dei miei compagni, soprattutto se sono alti di statura. È una mia caratteristica e devo rassegnarmi, o la velocità in camminata è anch'essa allenabile/migliorabile? Il problema sorge soprattutto su tratti con una pendenza non eccessiva o nei falsipiani, più che su salite ripide. Se uso i bastoni è uguale.
Avatar utente
AndreaPD
Messaggi: 891
Iscritto il: 21/04/2015, 13:08

Re: Corsa e camminata

Messaggio da AndreaPD »

Aspettando i nostri guru, a me pare che sia allenabile anche la velocità in camminata, anche se è vero che più di altre situazioni in generale ho la sensazione che sia una caratteristica "genetica": ho sempre fatto fatica a stare con mia sorella quando andavamo a passeggiare assieme, ha un passo di base incredibile ! (preciso che non stiamo parlando di gare...)

Ciao

Andrea
Avatar utente
Corry
Messaggi: 2083
Iscritto il: 05/06/2014, 16:36

Re: Corsa e camminata

Messaggio da Corry »

Anche io ho lo stesso problema e negli ultimi anni ho introdotto più allenamenti di camminata veloce. Qualcosa ho migliorato ma non molto, preferisco sempre corricchiare dove si può. Certo che mi viene il nervoso quando quelli che camminano vanno alla mia stessa velocità e appena cammino anch’io mi lasciano indietro. :evil:
Avatar utente
martin
Messaggi: 3034
Iscritto il: 03/10/2012, 7:27
Contatta:

Re: Corsa e camminata

Messaggio da martin »

La velocità che riusciamo a tenere correndo o camminando è il risultato di due fattori, la lunghezza del passo e la cadenza dei passi.
Se, correndo, abbiamo una lunghezza di passo di un metro e teniamo una cadenza di 180 passi al minuto, riusciamo a coprire esattamente 10,8km in un'ora (1 metro x 180 x 60 = 10,800).
La camminata é esattamente la stessa cosa ma di solito abbiamo una lunghezza di passo più corto (circa 0,60 - 0,70m), inoltre è difficile tenere una cadenza di 180 camminando. 0,60 metri x 150 x 60 = 5400, cioè 5,4km/h. Una velocità che credo tutti noi possiamo tenere camminando in piano.

Se vogliamo correre o camminare più velocemente abbiamo la scelta fra allungare il passo oppure alzare la cadenza. Probabilmente faremo tutti e due le cose. Però, ed è un grosso però, un deciso allungamento del passo quasi sempre comporta un rallentamento della cadenza. Viceversa un deciso aumento di cadenza probabilmente comporterà un accorciamento della lunghezza del passo. Non guardate i corridori di sprint - riescono avere una lunghezza di passo impressionante e anche una cadenza altissima - ma lo fanno con enorme dispendio di energia quindi per pochissimo tempo.

Questo è in piano. Se consideriamo l'avanzamento in salita cambiano le cose. Sia la lunghezza di passo che la cadenza soffrono in modo negativo per effetto della pendenza. Infatti sia che corriamo che camminiamo, riusciamo a tenere soltanto una velocità molto minore. Ma, possiamo sempre alzare questa velocità attraverso un aumento della lunghezza di passo (molto difficile, e al livello energetico/muscolare molto dispendioso) oppure un aumento della cadenza. Chi non è stato superato in salita da uno che ha un passo (cadenza di passo) impressionante?

Esistono allenamenti specifici per migliorare la velocità di camminata? Semplicemente quello di praticare la camminata in condizioni specifici. Se vogliamo camminare velocemente in salita dobbiamo fare quello, se vogliamo camminare velocemente in piano dobbiamo fare quello. Possiamo anche aggiungere l'utilizzo dei bastoncini per migliorare la tecnica e l'abilità di spingere (nordic walking) - in questo contesto vedo molto bene l'utilizzo dei bastoncini Leki con guanto e Shark grip (io li uso per esempio). Possiamo fare camminate lunghe di endurance e possiamo fare stile ripetute, Possiamo camminare in salita o in piano. Tutto esattamente come facciamo per la corsa.
Però, e anche qui è un grosso però, quanto tempo possiamo dedicare alla pratica di camminata e quanto possiamo pensare di migliorare. Magari quel stesso tempo può essere utilizzato meglio per fare un allenamento di corsa, che sicuramente al livello cardio-polmonare e metabolico ci darà uno stimolo allenante più grande.

Fatto sta che c'è gente che cammina bene e altri meno bene. Non so se è un fattore genetico, come ha suggerito Andrea con l'esempio di sua sorella (ma se è genetico qualcosa di buono dovrebbe avere anche lui), o magari è più un fattore di abitudine (come si dice in inglese "is it nature o nurture?"). Chi è più abituato a camminare in montagna - alpinista, escursionista, sci-alpinista - avrà più facilità nel tenere un buon passo di camminata e magari sa anche usare bene i bastoncini (anche questo è un'arte/scienza).

Forse ho scritto un po' di cose banale. Se è cosi mi scuso.
Rispondi