Open Window Theory (Sistema Immunitaria)

Preparazione, alimentazione, gestione gara

Moderatore: blackmagic

Avatar utente
mircuz
Messaggi: 2907
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: Open Window Theory (Sistema Immunitaria)

Messaggio da mircuz »

mircuz ha scritto:
il nik ha scritto:Negli articoli che ho letto (mi occupo di EBM per lavoro), parlano di endurance quando si sale sopra l'ora di allenamento al di sopra del 60% della frequenza cardiaca massima.
Non mi sono ancora fatto un'idea precisa, lascio due considerazioni:
1. in qualche modo l'attività sportiva influisce sul funzionamento del sistema immunitario, vedi per esempio il fatto che è provato che di fronte a malattie autoimmuni l'indicazione dei clinici sia di fare più sport possibile;
2. casi come quello del paziente 1 possono avere una spiegazione più "banale" rispetto a teorie come quella dell'open window: io penso che se il virus c'è già in gola e polmoni, e andiamo a respirare affannosamente per lungo tempo aria molto più fredda dei tessuti delle vie respiratorie, in quel lasso di tempo il virus riceve un boost importante mentre le difese immunitarie sono in recessione. Se hai la sfiga di bastonare le tue difese immunitarie proprio nel momento decisivo in cui sono chiamate a fermare l'invasione, la situazione precipita. Questa mia ipotesi combacia col fatto che quando si parla di infezioni opportunistiche negli sportivi si parla sempre di malattie del tratto respiratorio, mai di problemi di altro tipo.
Potrebbe quindi essere un banale problema di respirazione di aria fredda.

Ci si ammala anche in estate, quindi la teoria dell'aria fredda in questo caso non regge, o comunque è relativa ad una percentuale dei casi registrati, certo non ne comprende la totalità.
Fare una cosa che ci da piacere ed autostima coma correre, contribuisce ad aumentare le difese immunitarie, basta non esagerare, soprattutto in questo periodo in cui se ci ammaliamo non facciamo del danno solo a noi stessi!
il nik
Messaggi: 16
Iscritto il: 02/04/2019, 16:10

Re: Open Window Theory (Sistema Immunitaria)

Messaggio da il nik »

Certo ci si ammala anche di estate, ma (almeno per quanto mi riguarda) molto meno. E poi cmq a parte rarissimi casi anche in estate entra nei polmoni aria molto al di sotto della temperatura corporea di 37 gradi.
Poi per carità, non ho l'ambizione di aver scoperto alcunché, né voglio scoraggiare la gente dall'andare a correre!
Avatar utente
Corry
Messaggi: 1522
Iscritto il: 05/06/2014, 16:36

Re: Open Window Theory (Sistema Immunitaria)

Messaggio da Corry »

@martin ci sono stati studi sui contagi COVID negli sportivi?
Avatar utente
leosorry
Messaggi: 7746
Iscritto il: 05/09/2010, 9:13

Re: Open Window Theory (Sistema Immunitaria)

Messaggio da leosorry »

Corry ha scritto:@martin ci sono stati studi sui contagi COVID negli sportivi?
Non credo siano stati ancora fatti degli studi di correlazione tra attività sportiva e COVID, ma di sicuro è stata dimostrata una correlazione tra stress ossidativo e insorgenza di polmoniti da Covid19. E di sicuro negli ultra trail lo stress ossidativo raggiunge dei picchi notevoli.
Avatar utente
martin
Messaggi: 2648
Iscritto il: 03/10/2012, 7:27
Contatta:

Re: Open Window Theory (Sistema Immunitaria)

Messaggio da martin »

Come dice Leo non pare che ci sono studi sulla correlazione e/o incidenza di Covid in sportivi. Una correlazione fra stress ossidativo e insorgenza di problemi respiratori, incluso il Covid, si, ma bisogno ricordare che la trasmissione di Covid, come qualsiasi virus, richiede il contatto stretto e non passeggero con una persona infetta. In questo senso vanno benissimo i protocolli da gara dove si utilizza protocolli come partenze scaglionate, obbligo di indossare la maschera per i primi tot di chilometri, l'eliminazione o regolamento di ristori e l'eliminazione di docce, stanza per cambiarsi e il terzo tempo.
Ci sono tanti studi sul ritorno alla vita sportiva dopo il Covid - in particolare un enfasi su aspetti cardiaci e polmonari - potrebbe richiedere un monitoraggio attento con controlli regolari (in particolare mi sembra il miocardite).
All'inverso di quello che succedeva all'inizio ci sono diversi pareri sul fatto che la probabilità di contagio all'aria aperta fra persone che si incrociano ad una distanza di 2m ad una velocità fra quella della camminata e la corsa sono minime, anche senza l'utilizzo di una maschera.
Indagini sull'utilizzo della maschera durante la corsa aerobica indicano una differenza di circa 4bpm ma una differenza di quasi 2 punti di RPE (Rate of Perceived Exertion) sulla scala Borg (20) oppure 1 punto sulla scala usato per allenamenti sportivi (10). Leggermente più alta la differenza misurata in RPE ma possa essere spiegato dal fatto che il RPE non è solo fisiologico, come il bpm, ma ha un elemento psicologico (come ti senti?).
Secondo me, ma ci sono anche studi in proposito, il continuo dell'attività fisica in questi tempi è un fattore difensiva nei confronti del Covid per i benefici che apporta alla sistema immunitaria. Al livello statistico personale sento pochissimi, quasi nulla, casi di Covid fra gli atleti che conosco (e conosco tanti!) che spazia da trail runner, ciclisti, sci-alpinisti, rider MTB, alpinisti ecc.
Avatar utente
Corry
Messaggi: 1522
Iscritto il: 05/06/2014, 16:36

Re: Open Window Theory (Sistema Immunitaria)

Messaggio da Corry »

Grazie. Interessante la tua mini statistica. Effettivamente anche io non ho amici runners che l’hanno fatto...
Qualcuno del forum ci sarà immagino.
Jacopo
Messaggi: 85
Iscritto il: 03/08/2019, 12:35
Località: Vicenza
Contatta:

Re: Open Window Theory (Sistema Immunitaria)

Messaggio da Jacopo »

Mia mini statistica:
Nella mia società sportiva siamo in 200 agonisti circa, 3 infettati zero complicazioni.
Al lavoro siamo 500 circa, 40 infettati alcuni con complicazioni e non sono vecchi.
Per quel che può valere.
Ricky69
Messaggi: 175
Iscritto il: 16/07/2013, 20:21

Re: Open Window Theory (Sistema Immunitaria)

Messaggio da Ricky69 »

Più un atleta è in condizione,e perciò a livello di magrezza elevato + il rischio di contrarre infezioni è alto........ma questo vale x atleti top che cmq usano tutte le precauzioni possibili,x tutti gli altri le possibilità sono uguali a un comune cittadino.......
Avatar utente
martin
Messaggi: 2648
Iscritto il: 03/10/2012, 7:27
Contatta:

Re: Open Window Theory (Sistema Immunitaria)

Messaggio da martin »

Ricky69 ha scritto:Più un atleta è in condizione,e perciò a livello di magrezza elevato + il rischio di contrarre infezioni è alto........ma questo vale x atleti top che cmq usano tutte le precauzioni possibili,x tutti gli altri le possibilità sono uguali a un comune cittadino.......
La possibilità di contrarre la infezione (cioè di venire in contatto e che il virus entra nell'organismo) è assolutamente uguale per tutti (specie se uno va a ballare sugli navigli :lol: ). Quello che cambia è la reazione di ogni organismo nella difesa contro l'infezione. Infatti leggiamo tutti i giorni di persone positive ma completamente asintomatici.

Proprio sta mattina leggevo un articolo sul giornale inglese "The Guardian" di uno studio (italiano, ma immagino che le speranze che se ne parla qualche giornale italiano è minimo) fatto sul personale sanitarie che hanno ricevuto il vaccino (non chiedermi quale perché non era specificato). La risposta in termini di sviluppo di anti-corpi era drasticamente minore in quelle persone obese o moderatamente obese - circa 50% meno che non mi pare poco. Quindi si ipotizza una difesa e reazione minore della sistema immunitarie fra questi soggetti - che verosimilmente sarebbe a causa di problemi metabolici causati dal fatto di essere sovrappeso.

Io rimango dell'idea che una persona sana e generalmente sportiva avrà qualche vantaggio nel difendersi dagli effetti deleteri del virus. Comunque è solo un'opinione mio personale - non esiste una prova in questo senso.
Rispondi