Swisspeaks Trail (Svizzera) 03-10.09.2023

Anteprime e cronache

Moderatore: maudellevette

Regole del forum
Questa sezione è dedicata alle anteprime e ai racconti delle gare.
Nel titolo scrivete il nome della gara, la provincia e la data di svolgimento.
Avatar utente
motosega
Messaggi: 1117
Iscritto il: 05/09/2014, 9:38
Località: In riva all'Adige

Re: Swisspeaks Trail (Svizzera) 03-10.09.2023

Messaggio da motosega »

Ultima parte

FINHAUT (266 km) – BASE VITA 5: La base è suddivisa in tre parti, distanti un centinaio di metri. C’è un ristoro della corsa (piccolo) con dolci e brodo attaccato al deposito borse, mentre il ristoro rinforzato è in un tendone vicino. Purtroppo al ritiro della borsa ti danno un buono pasto e puoi consumare cibo al ristoro grande solo una volta (niente buffet). Sopra ad una salita a una cinquantina di metri di distanza c’è la palestra dove riposare (grande, purtroppo non proprio silenziosa) ed in un cortile attiguo ci sono le docce in un container (comunque calde). Probabilmente la peggior base vita
AUBERGE DE SALANFE (281,3 km): ristoro che arriva dopo uno dei tratti più severi della corsa. In una rimessa per gatti delle nevi/trattori è ricavato uno spazio dove sono posizionate poche brande. Al mio arrivo il pavimento era allagato e non essendoci lettini disponibili per riposare ho buttato un tavolo da sagra chiuso per terra dove ci siamo messi in tre a dormire (con le gambe a mollo e la schiena all’asciutto). Solito cibo e brodo. Ristoro (in ogni senso) indimenticabile
BARME (295 km): ristoro posto all’esterno di una magnifica baita adibita a ristorante in un borgo spettacolare. Rimarchevoli le crepes salate e dolci. Presente una tenda con brandine per chi volesse riposare. Molto positivo
CHAUX PALIN (306,3 km): ristoro in prossimità di una stalla adibita a deposito. I ragazzi in servizio sono fantastici e offrono toast caldi (fontina prosciutto) e birra a volontà. All’arrivo di un temporale ci hanno sistemato all’interno all’asciutto e continuavano a rifocillarci in attesa che spiovesse. Una meraviglia
Non c’è possibilità di dormire ma forse per chi arriva la notte mettono qualche branda (io sono arrivato alle 14).
MORGINS (316,2 km) – BASE VITA 6: base vita posta in un palazzetto molto grande. Essendo venerdì, l’ho trovata affollata dei runners e degli assistenti della 360K, della 170K e della 100K. Nonostante ciò c’era ampio spazio per tutti sia a mangiare (pasta, arrosti e dolci a profusione con birra free) sia negli spogliatoi e nelle docce (calde, come tutte quelle della SP). Locale riposo in penombra e sufficientemente silenzioso, pur sentendo in sottofondo il vociare della sala ristoro. Sistemazione ottimale
CONCHE (322,3 km): bellissimo chalet ristorante in cui una sala interna viene adibita a ristoro. Tavoli e panche a disposizione, oltre a un bel soppalco in cui alcune brande sono utilizzabili. Ottima qualità del cibo servito, con menzione speciale alla zuppa di cipolle che era favolosa. Attenzione, è l’unico ristoro della tappa dove si possa dormire, non dimenticatelo.
CHALET DE BLANSEX (334,4 km): ristoro presso una bella baita, dotato però solo di tendone esterno e tavole e panche. Al mio passaggio era in corso un nubifragio pertanto l’ottima raclette e il cibo offerto non sono stati goduti con la giusta serenità. Presente un braciere per scaldarsi ma come detto, in mezzo alla bufera non è stato utilizzato.
TANEY (340,2 km): ristoro presso un borgo a dir poco idilliaco. All’esterno di una baita è predisposto un tendone con il solito cibo a disposizione. Ragazzini volenterosi fanno a gara per accontentarti ma l’unica cosa che si vuole a quel punto è arrivare o morire, e nel mio caso era indifferente quale delle due.
LE FRENEY (350,2 km): come dicevano i latini “dulcis in fundo”, ed in questo caso la chicca è rappresentata dai filetti di trota che il simpatico gestore del ristoro (una specie di chiosco) ha personalmente pescato e sfilettato e offre accompagnati da un buonissimo riso pilar alle verdure. Birra fresca a disposizione d al mio arrivo (ore 10:30) era in corso un concerto di tre Corni Alpini. Per me indimenticabile
ARRIVO (360 km): sul lungolago, alla fine del molo vi è una zona all’interno della quale dopo l’arrivo si può stare seduti sul prato e mangiare e bere a volontà. Il cibo è di basso livello (crostini col philadelphia e cioccolato) ma per fortuna la birra è libera e questo permette di fare un bel carico. Attenzione a non uscire dal recinto altrimenti la stessa birra viene data in cambio di simpatici 5F (cioè circa 5€).
Avatar utente
Offriends
Messaggi: 561
Iscritto il: 10/04/2015, 8:59
Località: Morgex (Ao)

Re: Swisspeaks Trail (Svizzera) 03-10.09.2023

Messaggio da Offriends »

@motosega sei meglio della guida Michelin!
cianix
Messaggi: 1315
Iscritto il: 30/09/2013, 21:29
Località: ridente

Re: Swisspeaks Trail (Svizzera) 03-10.09.2023

Messaggio da cianix »

Incredibile precisione! Ma per curiosità, ti ricordi tutto o dopo ogni ristoro ti registravi un commento?
Labrador7
Messaggi: 50
Iscritto il: 10/10/2022, 8:26

Re: Swisspeaks Trail (Svizzera) 03-10.09.2023

Messaggio da Labrador7 »

motosega ha scritto: 13/02/2023, 16:21 Ultima parte
Grazie, molto utile!
Avatar utente
motosega
Messaggi: 1117
Iscritto il: 05/09/2014, 9:38
Località: In riva all'Adige

Re: Swisspeaks Trail (Svizzera) 03-10.09.2023

Messaggio da motosega »

cianix ha scritto: 13/02/2023, 21:24 Incredibile precisione! Ma per curiosità, ti ricordi tutto o dopo ogni ristoro ti registravi un commento?
Ho molto memoria per i particolari e questo aiuta. Inoltre alla fine della gara avevo scritto un racconto abbastanza dettagliato (forse anche troppo per chi l'ha letto :lol: :lol: ) e quello mi ha aiutato a mesi di distanza a ricordare alcune cose.
Resta il fatto che il mio giudizio è dato sulla base del mio stato d'animo del momento e dalle mie esigenze. Il fatto che non abbia avuto crisi particolari ovviamente può influenzare.
Magari io stesso se dovessi rifarla potrei avere delle impressioni differenti
Avatar utente
Corry
Messaggi: 2022
Iscritto il: 05/06/2014, 16:36

Re: Swisspeaks Trail (Svizzera) 03-10.09.2023

Messaggio da Corry »

Beato te. Io se non avessi le foto e gli orari dei passaggi non mi ricorderei una mazza. E anche così confondo luoghi, giorni e forse anche gare :mrgreen:
giotizi
Messaggi: 249
Iscritto il: 12/09/2010, 20:37

Re: Swisspeaks Trail (Svizzera) 03-10.09.2023

Messaggio da giotizi »

motosega ha scritto: 13/02/2023, 9:48
biglux ha scritto: 10/02/2023, 22:23 Motosega, dillo che ‘sta SwissPeaks l’hai fatta solo per strafogarti! Da quello che scrivi SP batte TORX 10-0 come qualità, varietà e quantità di cibo (e birra)!
Io ho fatto il TOR nel 2019 (precovid) e anche allora ho mangiato un sacco e soprattutto nei ristori abusivi ho potuto avere del cibo straordinario (la polenta e camoscio del Loo me la ricordo con commozione).
Complessivamente per quanto concerne il cibo forse il TOR è stato meglio per me, perchè avendo la pasta in ogni ristoro mi sono trovato bene. Alla SP ho dovuto adattarmi al regime alimentare diverso e nei primi due giorni ho mangiato troppo poco.
Per quel che concerne i servizi al TOR trovi ristori ogni 3-4 ore al massimo, mentre alla SP ci sono anche tranche di 8 ore da gestire. Le basi vita invece, complessivamente, sono migliori alla SP perchè grazie al fatto di essere in pochi e diluiti si trovano sempre docce calde e un sacco di brande libere (anche se poi io non riesco a dormire, ma quello è un limite mio).
Per quel che riguarda tifo e calore umano il TOR vince 10-0, per i paesaggi so che sembrerà impossibile ma vince la SP.
Per livello di organizzazione bene entrambe (parlo del TOR 2019), per arroganza degli organizzatori non c'è storia: il TOR batte chiunque
Motosega, complimenti per la gara e anche per la precisione del racconto! Io dopo 3 Tor completati non sarei in grado di descrivere il percorso e i ristori con cotanta precisione - chapeau!
Una domanda, ok l’isolamento durante la gara con poco tifo sul percorso…ma per quanto riguarsa i ristori…ogni 8 ore é tanta roba… ma curiositá tra un ristoro e l’altro che hai descritto non c’é davvero nulla e quindi sono cxxxi oppure ci sono rifugi/malghe extra percorso a cui comunque ci si può appoggiare, a pagamento, per un panino e una birra?
La differenza é notevole…
E onestamente 8 ore o più senza poter ricaricare le borracce o mangiare qualcosa…non é banale…
Ma quindi tu come facevi? Avevi più di 1 litro d’acqua? E il cibo?
Grazie di darci i tuoi feedbacks.

Best.

g.
Avatar utente
Boborosso
Messaggi: 360
Iscritto il: 17/01/2020, 15:12

Re: Swisspeaks Trail (Svizzera) 03-10.09.2023

Messaggio da Boborosso »

Io mi sono portato 1 litro e mezzo d'acqua dall'inizio. Arrivato al borsone alla prima base vita me ne sono caricato un altro mezzo litro per sicurezza, visto che il primo giorno è stato veramente caldo e si sudava tantissimo.
Ci sono spesso ruscelli, ma ci sono anche tantissime mucche al pascolo, quindi bisogna stare attenti dove ci si rifornisce. Per evitare di restare senza acqua mi sono rifornito anche in posti con igiene decisamente dubbia...

Tra la seconda base vita di Eisten e Grächen sono passate 7 ore, era sera/notte quindi non c'era sole che batteva sulla testa. Tra i due punti ristori non c'era nulla a parte delle colonnine per la via crucis a cui dedicare le proprie preghiere. O hai quello che ti serve nello zaino, o sei fregato. Quando mancava un'ora al ristoro di Grächen siamo passati davanti ad una baita di un ristoro sciistico, ma a mezzanotte era chiusa. Non so se di giorno ci sia qualcuno che tiene aperto.

C'è un altro punto in cui avevo previsto più di 8 ore tra un posto e l'altro (Finhaut - Auberge de Salanfe), mi sono ritirato prima ma penso che anche lì non ci sia alcun supporto tra un posto e l'altro.

Per quel che riguarda il cibo (magari mi ripeto) nel 2022 ho cannato alla grande pensando che qui avrei trovato da mangiare spesso e vario come al TOR (dove non ho quasi mai toccato le mie barrette). C'è da mangiare in gran parte dei ristori (non in tutti...), ma tra una tappa e l'altra devi prevedere di arrangiarti da solo. Per quest'anno sto pensando di portarmi 1-2 pasti per ogni tappa, oltre agli snack-barrette-gel.
Avatar utente
augusto losio
Messaggi: 1433
Iscritto il: 06/09/2010, 7:59

Re: Swisspeaks Trail (Svizzera) 03-10.09.2023

Messaggio da augusto losio »

qua si rischia di aprire un argomento nell'argomento, ma tant'è.
è importantissimo confrontarsi sul punto ristori, soprattutto su certe distanze.
io per esempio mangio e bevo molto poco, e questo all'inizio era un problema grosso dato che arrivavo a avere il sacco (inteso come me stesso) vuoto prima di accorgermene.
adesso va meglio, però considerate che io ho sempre roba nello zaino e arrivo SEMPRE con le provviste intatte, indipendentemente dalla distanza tra i ristori.
avendo fatto un po' di 100 miglia tra francia e svizzera (dove le cose sono più spartane) ho testato la cosa e mi sta bene.
tralaltro non mangio a tutti i ristori.
però al tor, dopo il 220km per dare un ordine di grandezza, effettivamente buttavo giù sempre qualcosa.
magari poco, ma qualcosa.
quindi mi sa che per questa gara nella seconda metà dovrò stare attento, ringraziando motosega per la guida michelin che ha prodotto.
soprattutto se miro al podio, questo è sottinteso.
Avatar utente
martin
Messaggi: 2988
Iscritto il: 03/10/2012, 7:27
Contatta:

Re: Swisspeaks Trail (Svizzera) 03-10.09.2023

Messaggio da martin »

Per il problema dell'acqua e fonti idrici con scarsa igiene o presenza di animali suggerisco di portare una borraccia con filtro incorporato. Per esempio questa del Salomon

https://www.salomon.com/it-it/shop-emea ... size=29055

ma consiglio anche di comprarla dove ci sono prezzi scontati ;)

https://www.deporvillage.it/borraccia-s ... YmEALw_wcB

Si puo bere direttamente dalla borraccia una volta riempita, stando attento a non lasciare che il beccuccio viene in contatto diretto con la fonte, ma forse è meglio usarla per riempire alte borracce attraverso il filtro e beccuccio.
Rispondi