a cura della Redazione

I mondiali di Badia Prataglia si avvicinano e per i 42 km e 2500 m+ della Val Bregaglia passavano le speranze di maglia azzurra di molti atleti. Difatti sono solo due le tappe di selezione con cui saranno scelti i 12 atleti che rappresenteranno l’Italia.

Va detto che al via erano assenti i volti più noti del Trail di casa Italia, forse impegnati su altri fronti viste le molte gare, nazionali e internazionali, del finesettimana lungo, o anche perché osteggiati dalla distanza della località scelta (siamo al confine con la Svizzera)... Sta di fatto però che i forti atleti della corsa in montagna non sono mancati e hanno reso molto alto il livello in gara.

Tra gli uomini il favorito d’obbligo, Marco de Gasperi, ha fatto gara a sé ed è andato a vincere in 3h49’ rifilando più di dieci minuti a Fabio Ruga, 4h04’, e Massimo Mei 4h05’. Poco più indietro Stefano Fantuz (in ripresa da un lungo infortunio) e Christian Piazzati.

18076545 10154824554411888 6473459156331066471 o

In campo femminile Silvia Rampazzo ha rischiato di qualificarsi anche tra gli uomini arrivando settima assoluta e dominando la gara femminile in 4h19’. Più attardate e Barbara Bani 4h35' e Gloria Giudici 4h39' ma anche loro con un piede dentro il sogno azzurro.

Ora spazio alla prossima e ultima tappa di selezione in Val Borbera (13 maggio) per l’ultima possibilità di qualificazione. Poi sarà la volta del c.t. Paolo Germanetto che dovrà valutare gli esiti di queste due manifestazione e comunicare i prescelti per il 10 giugno, tra cui sembrano già sicuri Luca Carrara, Georg Piazza e Lara Mustat (vedi: "Intervista a Paolo Germanetto", Spirito Trail, n. 98, marzo 2017).