NOMINATION OSCAR DEL TRAIL '19 - Best Performance

Ecco le nomination relative alla categoria Best Performance selezionate dalla Redazione di Spirito Trail per concorrere all'Oscar del Trail 2019

Iniziamo senz'altro indugio a presentarveli, ricordando anche il LINK per le votazioni.

 

Western States Jim Walmsley 14h09’28’’

 bp jim@ws

Battere il record della Western States è un’impresa che al 99% di fa vincere il premio di Ultrarunner of the Year delle riviste americane. Batterlo per due anni di seguito è qualcosa di difficile da immaginare. Migliorare di quasi 20 minuti il proprio record che era già stellare… beh non si era ancora mai visto. Strabiliante.

 

UTMB Pau Capell 20h19’07’’

Non c’erano Kilian e D’Haene, non c’era Walmsley. Doveva essere una UTMB noiosa, ma Pau l’ha illuminata con una prestazione da incorniciare. Ha condotto la gara dall’inizio alla fine, mentre attorno a lui saltavano uno ad uno tutti quelli che tentavano di seguire il suo passo. Alla fine solo Xavier Thevenard, uno che l’UTMB l’ha vinto tre volte, è riuscito a rimanergli in scia, ma al traguardo c’era quasi un’ora a separarli. Dominante.

 

Pikes Peak Marathon – Maude Mathys 4h02’45’’

 bp mathys@pikespeak

Alla Pikes Peak tutti si aspettavano il record di Kilian e invece è arrivato quello di Maude, che ha cancellato il record fatto segnare da Megan Kimmel l’anno scorso. E non si è limitata a cancellarlo, l’ha proprio distrutto, abbassandolo di quasi 13 minuti. Mostruosa.

 

Sierre Zinal – Kilian Jornet 2h25’35’’

Il record battuto da Kilian a Sierre Zinal non era un record qualsiasi: apparteneva a Jonathan Wyatt, leggenda della corsa in montagna, che l’aveva stabilito nel 2003 all’apice della sua carriera agonistica. Kilian, c’è riuscito al settimo tentativo, e non si è accontentato di limarlo di pochi centesimi, ma di ben tre minuti. Onnipotente.

 

Sierre Zinal - Maude Mathys 2h49’20’’

 bp mathy@sierrezinal

Maude compare per ben due volte in questa classifica delle migliori performance dell’anno. E già questo la dice lunga sulla stagione vissuta dall’atleta svizzera. Il 2h49’20’’ alla Sierre Zinal è un tempone rispetto al 2h’54’20’’ del 2008 di Anna Pichrtova. Alla vigilia aveva dichiarato di voler provare a fare il record e in gara non ha mai avuto nessun segno di cedimento. Indimenticabile.