DANIEL PATTIS, CINA E GIAPPONE GLI SORRIDONO

A cura di Maurizio Scilla

Un grande inizio di stagione per il ventiseienne Daniel Pattis impegnato nelle Golden Trail Series.
Lo scorso week end nel Kobe Trail in Giappone era stato autore di una grande prestazione chiudendo al quinto posto, ma in questo week end nel Four Sisters Mountain Trail in Cina si è superato salendo sul terzo gradino del podio, dietro al keniano Patrick Kipngeno e al marocchino Elhousine Elazzaoui, che l’ha preceduto solo di 12”.

Queste le sue parole a caldo.

In questo inizio di stagione sembra che tu abbia fatto un ulteriore salto di qualità, ti aspettavi questi risultati?

Non mi aspettavo di essere così in forma in questo periodo della stagione. I miei allenamenti in inverno non sono sempre andati bene come avrei voluto, perché ho terminato la mia tesi magistrale a marzo e quindi non ho sempre avuto il tempo necessario. Per questo motivo ho affrontato le gare in Asia senza grandi aspettative. Sono molto contento che la mia forma sia così buona ora.

GoldenTrailSeries Four Sisters Mountain Trail Colin Olivero 4

©GoldenTrailSeries® - Four Sisters Mountain Trail – Colin Olivero

Quali saranno gli obiettivi stagionali?

Il prossimo appuntamento sono i campionati italiani di corsa in montagna a Lanzada la prossima settimana. Cercherò di qualificarmi per gli europei. Se non ci riuscirò, punterò su Zegama. (n.d.r. Zegama e Europei sono incompatibili essendo a pochi giorni di distanza).
L’ obiettivo sarà arrivare nella top ten a Zegama, se la correrò e nella classifica finale delle Golden Trail Series.

Hai cambiato qualcosa nella preparazione?

In realtà non è cambiato molto nella mia preparazione, se non che oltre a una corsa lunga (circa 30 km) sto cercando di inserire un'altra distanza di circa 25 km una volta la settimana, sempre a un ritmo abbastanza easy.

GoldenTrailSeries Four Sisters Mountain Trail Colin Olivero 3
©GoldenTrailSeries® - Four Sisters Mountain Trail – Colin Olivero