Gare o allenamento?

Preparazione, alimentazione, gestione gara

Moderatore: blackmagic

Avatar utente
mircuz
Messaggi: 2965
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Gare o allenamento?

Messaggio da mircuz »

Apro una nuova discussione, collegandomi a quanto emerso in altre pagine in cui eravamo andati un po' OT, per chiedervi le vostre preferenze riguardo la formazione, o allenamento, e le gare. Qui, come anche tra i runner conosciuti di persona o sui vari social, si vede che ci sono individui che si focalizzano sulle gare e spesso ne fanno quante più possibile, ricavando da queste tutte le proprie soddisfazioni, ed allenandosi puramente per essere in grado di svolgere le gare stesse. Altri, invece, prediligono la formazione, il percorso che poi ti porta a svolgere le gare, ma queste sono solo la ciliegina sulla torta, e i runner di questa seconda categoria potrebbero anche tranquillamente fare a meno delle gare e il loro volume di allenamento non cambierebbe. Voi a quale categoria appartenete?
Avatar utente
baidus
Messaggi: 522
Iscritto il: 05/09/2010, 20:45
Località: Grenoble, Francia

Re: Gare o allenamento?

Messaggio da baidus »

Ciao Mircuz!

Io personalmente corro poche gare, 2-3 all'anno. Scelgo quasi sempre gare nuove con un percorso che mi ispira, per questo mi concentro sul "poche ma buone". Mi piace avere qualche obiettivo stagionale ed esser iscritto a una gara mi motiva ad allenarmi, ma non mi interessa mettere un pettorale ogni domenica. In più mi piace l'idea di esser autonomo e di andare dove voglio, quando voglio :-)
Avatar utente
subliminalpop
Messaggi: 552
Iscritto il: 17/07/2017, 9:21
Località: Como
Contatta:

Re: Gare o allenamento?

Messaggio da subliminalpop »

Io ne farò 7/8 all'anno, a volte anche qualcuna di più, e tra queste 1 o 2 "obiettivi stagionali".
I motivi sono vari, principalmente perché mi piace la competizione e mi stimola al miglioramento, ma anche e soprattutto per vedere posti nuovi e approfittarne per fare un we lungo di stacco. Credo però che se fossi impossibilitato a partecipare, non cambierebbero affatto i miei volumi settimanali, anzi.
Avatar utente
Corry
Messaggi: 1587
Iscritto il: 05/06/2014, 16:36

Re: Gare o allenamento?

Messaggio da Corry »

Come ho già scritto io faccio di solito poche gare, da brevi a medie (in crescendo, circa una al mese), a fine inverno e in primavera per poi fare due gare lunghe tra giugno e settembre.
Quelle primaverili le considero una via di mezzo tra gara e allenamento. Cerco di non scaricare troppo prima per arrivarci non stanco ma nemmeno troppo riposato. Mi servono molto perché facendo quasi mai allenamenti di qualità la competizione mi porta ad impegnarmi molto di più e ad uscire dalla solita zona comfort che stimola poco il mio corpo ormai vecchio. Invece dopo averle corse cerco di recuperarle bene prima di ricominciare.
L’obbiettivo annuale di solito è una cento miglia a fine stagione. Scelta anche per conoscere posti nuovi o/e per mettermi alla prova su sfide sempre più belle e difficili. Per me gli allenamenti settimanali a volte sono noiosi e probabilmente senza l’iscrizione anticipata non li farei proprio tutti con costanza, invece le uscite lunghe in montagna mi piacciono molto e me le godo davvero quasi sempre. Sono però consapevole che senza le sedute meno amate queste non sarebbero così facili, anzi forse nemmeno possibili.
Avatar utente
AndreaPD
Messaggi: 815
Iscritto il: 21/04/2015, 13:08

Re: Gare o allenamento?

Messaggio da AndreaPD »

Mi piace gareggiare, anche se a volte poi sono semplici FIASP, ma trovo comunque siano più allenanti degli allenamenti; però mi focalizzo comunque su 2-3 gare obiettivo, a cui cerco di arrivare preparato, e che sono scelte in genere per vedere posti nuovi (quest'estate sul Gran Sasso, assai lontano da casa, l'anno scorso Val Formazza...)
..
Diciamo che ad inizio stagione (che per me inizia a marzo finita la stagione dello sci di fondo) mi alleno di più, poi una gara vera e propria al mese o una Fiasp (che a volte non hanno nulla da invidiare, anzi sono magari più toste!) me la sparo, ma sono gare al massimo di 30 km nel mio caso.

Ciao

Andrea
Avatar utente
gogo
Messaggi: 935
Iscritto il: 13/02/2013, 14:16
Località: Parabiago (MI)

Re: Gare o allenamento?

Messaggio da gogo »

precovid gareggiavo spesso, soprattutto o esclusivamente in zone vicino a casa e con kmtraggi sui 30 e mi tenevo 2 gare lunghe per la stagione primavera/estate con l'intento di vedere posti nuovi.
Abbinavo quindi la voglia di competere (che risultava inoltre allenante) con la voglia di scoprire zone in cui non ero mai stato.

postcovid preferisco farmi uscite in solitaria e ho perso la "garra" che mi trasmetteva un pettorale (sarà anche l'età e la consapevolezza di non essere più competitivo); ho però tentato di allungare le distanze con esiti ed emozioni altalenanti.

Lo stimolo ad allenarmi è un pò scemato, anche per via del lavoro, ma devo farlo altrimenti chi lo sente Martin?????


P.S. riprendo il post di AndreaPD che mi ha ricordato la bellezza delle fiasp...qui da me non hanno ancora ripreso ad organizzarle purtroppo. Le trovavo superallenanti, spingevo quasi come in gara, improvvisavo sulla distanza e/o i giri da percorrere, mi stimolava l'avere sempre qualcuno davanti ( o perchè partito prima o perchè era sul percorso corto che si incrociava col mio)
Avatar utente
dlondero
Messaggi: 325
Iscritto il: 10/01/2015, 18:40
Contatta:

Re: Gare o allenamento?

Messaggio da dlondero »

Personalmente faccio poche gare. Solitamente 1-2 oltre i 100km come obiettivi stagionali e altre 2-3 sui 50km come allenamenti più intensi di quelli che faccio solitamente. Le gare obiettivo fanno da stimolo certamente, ma anche senza i volumi non sarebbero troppo distanti.
Avatar utente
andard
Messaggi: 709
Iscritto il: 16/09/2014, 20:03
Località: lago maggiore
Contatta:

Re: Gare o allenamento?

Messaggio da andard »

Anch'io sono del partito delle poche gare, all'inizio della mia "carriera" avevo più la smania di gareggiare (ma comunque con una frequenza non troppo elevata) poi col passare del tempo mi sono tranquillizzato. La media è di circa 4-5 gare all'anno, preferibilmente in posti nuovi.
Avatar utente
Boborosso
Messaggi: 147
Iscritto il: 17/01/2020, 15:12

Re: Gare o allenamento?

Messaggio da Boborosso »

Ci sono periodi in cui ho più voglia di allenarmi e periodi in cui ne ho di meno. Non ho un allenamento molto regolare, purtroppo.
Mi iscrivo a gare lunghe come obiettivo dell'anno, mi iscrivo ad altre gare meno lunghe per poter arrivare a quell'obiettivo con un allenamento adeguato. E pianifico gli allenamenti e i carichi di conseguenza.

Alla fine faccio 1 o 2 gare all'anno con l'obiettivo di "competere", perlomeno dandomi un obiettivo di ritmo sostenuto, e ne faccio altre 4-5 effettivamente solo come allenamento (difficile che io faccia uscite da 40-50-60 km da solo, senza avere qualcuno con cui andarci assieme o senza avere una gara organizzata).
Le FIASP sono d'aiuto e sono una valida alternativa, ne ho fatte più di qualcuna facendo il percorso due volte per caricare km e avere il supporto che mi serve. Poi superare, anche solo le anziane che camminano, comunque gasa e tiene alto l'umore!

E' da po' che mi propongo di fare un anno con solo uscite in solitaria, senza fare gare. Ma ho paura che se non ho un obiettivo rischio di dedicarmi più al bancone del bar che all'allenamento...
ap77
Messaggi: 750
Iscritto il: 09/12/2015, 17:01

Re: Gare o allenamento?

Messaggio da ap77 »

sono del gruppo " 3-4 gare l'anno" una di 80/90 , le altre a contorno diventano allenamenti lunghi. difficilmente anch'io mi sparerei in solitaria 60 km. max 40/45 in collina/montagna. Abbino poi gare in posti piacevoli ( per me brianzolo già alto Garda, finale ligure ) a wend lunghi in Dolomiti o simili.
dubito che mi allenerei così ( spesso e motivato, anche solo le sessioni di plank e di rinforzo quadric per problemi al ginocchio ) se non avessi questi obiettivi-sogni in testa, e l'atmosfera della gara mi piace sempre pur arrivando merdesimo.
sicuramente anno prossimo qualcosa triathlon e trail in Toscana.
ma mi piacerebbe prima o poi fare una gran canaria, o madeira o un bel tour - con -gara a Boulder o nell'Oregon :) quindi continuerò ad allenarmi !!!

e anch'io rimpiango l'assenza di Fiasp o TAPASCIATE , per me 90% runner solitario erano garanzia di un minimo di assistenza e compagnia, anello tracciato da fare N volte e orari comodi per correre all'alba e tornare per pranzo.
_A
Rispondi