Cross training

Preparazione, alimentazione, gestione gara

Moderatore: blackmagic

Avatar utente
seacat
Messaggi: 357
Iscritto il: 02/02/2014, 12:32
Località: Bari e Gela
Contatta:

Re: Cross training

Messaggio da seacat »

biglux ha scritto: 28/04/2022, 21:07 In effetti quando preparavo ogni anno mezze e maratone con tanto di cross e garette di 5 km ero più in forma, gambe più riposate, ecc. Le sgasate servono eccome, ma dopo tutti questi anni non ho più la testa di ammazzarmi di lavori di qualità, trovo molto più comodo e mentalmente rilassante fare lavori lunghi a intensità medio-bassa.
anche io da qualche annetto avevo mollato tantissimo la qualità e aggiunto molta quantità.
Da novembre scorso, causa una drastica riduzione di tempo a disposizione, ho provato ad invertire la questione. La quantità a bassa intensità rimane prevalente, ma molti lavori di soglia e qualche lavoro di Z3 anche più volte a settimana (seppur in tempi contenuti, che aiuta, per dirti come 4 ripetizioni da 3' a Vo2max) li ho reinseriti.
Ci è voluto un po', perchè effettivamente si perde l'abitudine a spingere, ma posso dire di essermi riabituato facilmente a livello mentale ed anche a livello fisico.
Anzi, ai lenti ora percepisco un passo più agile e leggero, credo anche più economico (le prestazioni sono complessivamente migliorate e su di un trail da 35 km e 2000 D+ sono andato meglio del previsto, non avendo peraltro mai fatto in allenamento lunghi oltre i 23k e 700 metri D+).

Vista la tua situazione potresti accettare questa sfida e provarci: peraltro poichè la velocità ti porta a lavorare su potenza ed elasticità tendinea, se stai ritrovando un equilibrio con la fascite, potrebbe giovarti. Ma questo magari te lo potrà dire meglio chi ti segue.
Avatar utente
mircuz
Messaggi: 2965
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: Cross training

Messaggio da mircuz »

Il problema, per chi è stato infortunato, è che i lavori intensi e brevi sono proprio quelli in cui il rischio di farsi male è maggiore. Nella mia fase attuale di recupero post infortunio, sento molto più dolore dopo 10 km tirati che non dopo 40 km a ritmo tranquillo!
Avatar utente
seacat
Messaggi: 357
Iscritto il: 02/02/2014, 12:32
Località: Bari e Gela
Contatta:

Re: Cross training

Messaggio da seacat »

mircuz ha scritto: 05/05/2022, 8:13 Il problema, per chi è stato infortunato, è che i lavori intensi e brevi sono proprio quelli in cui il rischio di farsi male è maggiore. Nella mia fase attuale di recupero post infortunio, sento molto più dolore dopo 10 km tirati che non dopo 40 km a ritmo tranquillo!
dipende dal tipo di infortunio e dipende se nel rientro hai lavorato o meno sulla forza funzionale alla corsa
Avatar utente
mircuz
Messaggi: 2965
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: Cross training

Messaggio da mircuz »

Sì, scusa, non volevo generalizzare.
Da parte mia spero di riuscire a ripartire con qualche giro in bici, così da poter integrare gli allenamenti di corsa che devo per forza di cose intervallare con almeno un giorno di riposo.
Alla fine, poi, la cosa più importante è allenarsi volentieri, indipendentemente dalla tipologia di preparazione adottata, e pensare alla salute più che alla prestazione ;)
Rispondi